Bondage: istruzioni per il piacere

Elena Bianchi
Il bondage o l’arte di legarsi per puro piacere: che cos’è? chi ama questa pratica, come e perché?

Il bondage è una pratica sessuale che consiste nel legare il partner durante l'atto per ricavarne una fonte maggiore di piacere.


Le relazioni sessuali sadomaso non datano certo di ieri, alcune, anzi, esistono sin dalla notte dei tempi. Il bondage, ad esempio, trae le sue origini dalle tecniche di legatura adoperate un tempo dai soldati nipponici.

Che cos’è il bondage?

Il termine bondage allude a una pratica sessuale sadomaso in cui il partner è legato durante un atto sessuale o erotico. Ispirato ad alcune tecniche di tortura, il bondage è oggi usato per esprimere le proprie fantasie. Non si tratta di far soffrire o far male all’altro, quanto più di risvegliare e di accendere la vostra vita sessuale. Se volete sperimentare questa pratica, dovete fidarvi totalmente del vostro partner ed esserne attratti entrambi. Una volta appurato questo aspetto, meglio cominciare per gradi. Stabilite delle regole per non urtare l’altro e non spingetevi troppo lontano in questo che resta un gioco sessuale, ma che può diventare pericoloso se portato all’eccesso. Attenzione, inoltre, a non cadere in un atteggiamento masochista.

Consigli pratici per un bondage perfetto

Considerate innanzitutto che i lacci che utilizzate servono soltanto per mantenere il corpo, vostro o del partner, nella posizione desiderata e che non sono dunque degli strumenti di tortura. Per praticare questa “arte del legare”, si possono utilizzare diversi accessori: cinture, cinghie in pelle, corde, nastro adesivo, tute in latex, corsetti o ancora sex-toys come le manette. Una volta procuratavi l’attrezzatura necessaria, imparate a legare il corpo del partner in tutta sensualità! Legatelo/a dalle braccia alle gambe, o dal busto al seno… Insomma, in modo da accendere in voi il desiderio e accrescere il piacere.

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.