Penetrazione: vaginale o anale alla ricerca dell’orgasmo

Elena Bianchi
La penetrazione sessuale dà il via al rapporto: che sia vaginale o anale, ecco tutto quello che c'è da sapere per arrivare, felicemente, all'orgasmo.
 
La lubrificazione è un aspetto fondamentale per la riuscita della penetrazione sessuale. © luckybusiness/123RF


Penetrazione vaginale (o anale): premesse 

Il pene in vagina (o nell'ano): se la penetrazione, vaginale o anale che sia, dà il via al rapporto sessuale e se chi bene inizia è già a metà dell'opera, ecco perché, in vista dell'orgasmo, è importante conoscere alcuni aspetti fondamentali in materia. Ribadita l'importanza della prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate, va detto che, per agevolare la penetrazione, la vagina (o l'ano) deve essere rilassata e lubrificata e il pene ben eretto. Condizioni che si ottengono dando ampio spazio ai preliminari in grado di predisporre i partner al rapporto e accendere in loro il desiderio e, laddove ce ne sia il bisogno, si può ricorrere a lubrificanti ad hoc. 


Penetrazione sessuale: posizioni per tutti

Il partner ha il pene piccolo? No problem, ci sono diverse posizioni in grado di minimizzare il deficit (che molto spesso è una suggestione): dalla cavalcata normanna al cucchiaio passando per il missionario e la farfalla, il piacere è alla portata di tutti. E ancora, siete alla ricerca dell'estasi del sesso tantrico? In questo caso la posizione da adottare è quella del loto. Se invece volete sperimentare la penetrazione anale (la via più veloce all'orgasmo secondo molte donne), le posizioni più gettonate sono quelle da dietro, tra tutte il sesso alla pecorina.


Orgasmo con penetrazione

A proposito di orgasmo femminile, va sfatata l'obsoleta distinzione tra vaginale e clitorideo: se un tempo si attribuiva alla penetrazione il merito di portare la donna al primo dei due (mentre per quello clitorideo, si pensava bastasse la masturbazione), oggi la comunità scientifica è unanime nel riconoscere l'orgasmo femminile come unicamente clitorideo ovvero scaturito dalla stimolazione del clitoride, a prescindere che ciò avvenga con la penetrazione del pene in vagina o meno.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.