Cervicale: come combattere il dolore?

Cristina Piotti
Cervicalgia, un dolore che non dà tregua e colpisce soprattutto gli over-40. Ma ci sono alcune soluzioni, dai farmaci agli esercizi specifici.

Quando il mal di collo non dà tregua, è bene prendere provvedimenti.


Doloretti a non finire e un nome, in gergo tecnico, che non promette nulla di buono: cervicalgia. Un disturbo che può riguardare le vertebre cervicali, ma anche testa, braccia, schiena. Di cosa si tratta, e cosa possiamo fare per combatterlo?

Dolori cervicali

Prima di tutto l'area coinvolta: per cervicale si intende il segmento della colonna vertebrale che comprende le sette vertebre più vicine al capo, e nella maggioranza dei casi il dolore è dovuto a contratture della muscolatura di collo e spalle, legate magari a colpi di freddo, posture errate o stress. Anche se nei casi più seri le cause possono essere diverse, come l'artrite, micro-fratture o traumi pregressi, come il classico colpo di frusta. Si tratta di uno dei disturbi muscolo-scheletrici più diffusi, che secondo le statistiche colpisce sopratutto gli over 45 e che, nei casi peggiori, diventa ricorrente e invalidante, perché si accompagna a mal di testa, nausea e giramenti di testa.

I sintomi

I sintomi sono di solito dolore e rigidità, soprattutto tra collo e testa, ma talvolta le fitte riguardano anche la fronte e gli occhi, le spalle, le braccia. La gradazione va dal semplice indolenzimento al male ben più forte, che causa poi nausea, vertigini e anche male alle orecchie. In ogni caso, è sempre bene farsi vedere dal medico di famiglia, che interpreterà nel modo più corretto i sintomi.

I rimedi

A seconda della gravità della situazione, gli specialisti possono applicare più trattamenti e rimedi diversi. Prima di tutto, per ridurre il dolore, ci sono i farmaci antidolorifici. In alcuni casi, sempre nella fase acuta, lo specialista può decidere di consigliare un collare morbido, da indossare alcune ore al giorno. Ma molto importate sono una serie di esercizi da fare con l'aiuto di uno specialista, in modo da migliorare e prevenire il dolore.

Esercizi per la cervicale

Gli esercizi sono semplici, si possono fare anche alla scrivania, o nel tempo libero. Ad esempio, stando seduti con la schiena ben appoggiata ad una spalliera o schienale, si piega lentamente il collo prima da un lato e poi dall'altro, senza sforzarlo e senza provare dolore, fino a dove si può. Oppure, sempre seduti o in piedi, si può muovere il collo prima all'indietro, verso la schiena, e poi in avanti, con movimenti fluidi e senza strappi. Infine, si può riprendere entrambi gli esercizi, flettendo avanti e indietro, sui lati, e poi unendo il movimento in una circonduzione completa.
Bisogna però essere sicuri della diagnosi e non fare esercizi senza il consiglio medico o di uno specialista, per evitare di causarsi da soli nuovi problemi.
Se approvato dal medico, infine, anche lo yoga e il Pilates possono essere utili per combattere la cervicale, in particolare quella da stress.

Copyright foto: Fotolia

Annunci Google

Nessun commento per il momento.