Sposa muore al lancio del bouquet: la tragedia in Portogallo

Giulia Vola

Nel giorno del suo matrimonio ad Amadora, Celeste si è accasciata lanciando il bouquet. La 42enne madre di due bambini è morta per un attacco cardiaco.

Celeste Biagué era emigrata dalla Guinea Bissau per curare i problemi di cuore. © Galyna Tymonko/123RF


Il giorno del matrimonio, uno dei più belli della vita, impresso nella memoria e nelle fotografie di amici e parenti, si è trasformata nel più più brutto, nell'ultimo. È successo ad Amadora, piccolo centro a 20 chilometri da Lisbona, in Portogallo, dove Celeste Biagué e Rui si erano appena scambiati le fedi giurandosi amore finché morte non ci separi. Tutto è andato esattamente come doveva andare: la cerimonia, il pranzo, il giro tra i tavoli dei novelli sposi, il brindisi. Tutto fino al lancio del bouquet, uno dei momenti più attesi dalle invitate, pronte ad aggrappare (o schivare, dipende sempre dai punti di vista) il mazzo della sposa.

Perché quando Celeste si è voltata e l'ha lanciato poi si è accasciata, per non alzarsi più e tra gli ospiti che si domandavano che cosa fosse successo e mai più avrebbero potuto immaginarlo, Celeste è morta, uccisa a 42 anni da un arresto cardiaco.

Celeste soffriva di problemi di cuore e proprio per curarli si era trasferita dalla Guinea Bissau, il suo paese d'origine al Portogallo. Purtroppo non è bastato che l'emozione della felicità l'ha strappata via alla vita, al marito a cui aveva appena promesso amore eterno, ai due figli che stava crescendo, ai suoi cari, ai suoi amici. Secondo quanto riporta il portoghese Correio da Manhã, ora Celeste tornerà a casa, per essere seppellita là dov'è nata. Per trovare la pace dopo una morte improvvisa e ingiusta, nel giorno che sarebbe dovuto essere tra i più belli, il primo di una nuova vita.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.