Giornata mondiale dell'acqua: Legambiente insegna il risparmio ai bimbi

Rossana Caviglioli

In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua, il 22 marzo, Legambiente e Ogilvy presentano Aqualoop, il braccialetto ecologico da legare al rubinetto.
 

Il braccialetto Aqualoop va legato attorno alla leva del rubinetto ©Ogilvy Change/Legambiente


Quanto spreco di acqua ogni volta che ci laviamo i denti senza chiudere il rubinetto? Calcolando due lavaggi al giorno per una media di due minuti ogni volta, circa 32 litri a testa ogni giorno, 960 ogni mese per una famiglia di 4 persone. Tanto, anzi tantissimo. Soprattutto perché si tratta di uno spreco automatico, di cui nemmeno ci accorgiamo.

Per cambiare le cose Legambiente ha deciso di puntare sui più piccoli. #giuilrubinetto, campagna lanciata in collaborazione con Ogilvy Change, punta a trasformare i meccanismi inconsci, come quello che ci porta a lasciar scorrere l'acqua, in comportamenti virtuosi. “Come spesso accade non si tratta di un gesto volontario e quindi è molto difficile da cambiare”, spiega Guerino Delfino, CEO di Ogilvy & Mather. “Noi abbiamo deciso di agire attraverso il 'nudging', ovvero una spinta gentile che porti a cambiare abitudine in pochi mesi quasi senza accorgersene”.

Il sito della campagna fornisce molte informazioni ai genitori ©Ogilvy Change/Legambiente

Alla base di tutto c'è Aqualoop, un braccialetto-giocattolo che verrà distribuito nelle scuole elementari, nelle piazze e sul Treno Verde di Legambiente in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua, il 22 marzo.

Il braccialetto, che funziona come un promemoria, va legato attorno alla leva del rubinetto ogni volta che ci si lava i denti, in modo che il flusso d'acqua si fermi in automatico. “Il nostro scopo è aiutare i cittadini a fare la loro parte”, spiega Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente. “Purtroppo possiamo fare poco - se non protestare - contro le falle della rete idrica, in cui si perde quasi il 50% dell'acqua potabile. Al contrario possiamo fare molto riguardo al nostro consumo personale, ad esempio scegliendo lavastoviglie e lavatrici a basso consumo di acqua e, in modo ancora più immediato, ricordandoci di chiudere il rubinetto”.

Quanta acqua sprechi?  Online è possibile calcolarlo ©Ogilvy Change/Legambiente

Secondo gli studi di psicologia cognitiva è sufficiente un mese perché il bambino – o un genitore indisciplinato – assorba la nuova abitudine e inizi a poter fare a meno del braccialetto. Anche l'esempio della famiglia e del gruppo di amici è molto importante. “Se ci pensiamo, vent'anni fa a nessuno veniva automatico mettersi la cintura e nessuno si scandalizzava se vedeva qualcuno fumare in un ristorante”, continua Delfino, “ora che siamo abituati e tutti - o quasi - seguono la nuova regola, ci sembrano cose inconcepibili”. La campagna sarà anche online e sui social network, con tante informazioni dedicate alle famiglie e un gioco interattivo per valutare il proprio spreco d'acqua.

Come si sono raggiunti risultati impensabili con la differenziata – solo nel '97 il 15% di rifiuti recuperati sembrava un sogno - così siamo sicuri di poter cambiare le abitudini degli italiani per quanto riguarda il consumo d'acqua”, conclude Ciafani. “Per lavarsi il denti basta mezzo litro di acqua al giorno. Non sono necessari grandi sforzi, è solo questione di consapevolezza. Una volta raggiunta, cambiare è molto facile”.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.