Ritrovare la fiducia in se stesse in 5 tappe

In ufficio, con i vostri figli o con i vostri amici, si arriva sempre alla stessa conclusione: non avete fiducia in voi stesse. Invece di sminuirvi, sappiate che esistono delle soluzioni per stare meglio ed essere più sicure di sé.  


Per avere fiducia in voi stesse, valorizzate i vostri pregi.


Al lavoro non osate prendere l'iniziativa né proporre nuove idee per timore del fallimento e sfiducia nelle vostre capacità. Quando dovete parlare in pubblico, andate nel panico. A casa con i vostri figli avete sempre l’impressione di fare le cose nel modo sbagliato e di non essere mai all’altezza del compito che dovete svolgere. Tutto questo significa che, come molte altre persone, soffrite di un’autostima molto bassa. Ma non temete: la fiducia in se stessi è qualcosa che si conquista lavorandoci.
 
Osservate i difetti degli altri...

Prima cosa: smettete di mettere gli altri su un piedistallo. La vostra amica Martina sembra così sicura di sé, è sempre così a suo agio in pubblico, è così intelligente... vorreste essere come lei, vero? E se invece per una volta faceste lo sforzo di trovarle dei difetti? Vedrete che le apparenze spesso ingannano. Non è forse un po’ arrogante o troppo suscettibile? Sa veramente ascoltare gli altri? Insomma, senza arrivare a criticarla, provate per una volta a considerare le sue qualità in modo oggettivo. Vi tirerà su di morale!

... e valorizzate i vostri pregi

Ora tocca a voi. Prendete un pezzo di carta e una matita ed elencate in due colonne diverse i vostri difetti e i vostri pregi. Ebbene sì, anche voi avete dei pregi! Ma a forza di sminuirvi li avevate quasi dimenticati. Basta soltanto concedere a se stesse un complimento ogni tanto: siete la più affettuosa delle mamme, siete sempre disponibili per la vostra amica Veronica, non siete mai in ritardo ai vostri appuntamenti di lavoro... insomma, avete di che essere fiere di voi stesse!

Il metodo moderato...

Ora siete coscienti dei vostri pregi e dei difetti degli altri, ma avete lo stesso l’impressione di non essere all’altezza delle aspettative. Forse avete solo bisogno di essere rassicurate il più spesso possibile. In questo caso, fissatevi degli obiettivi (che non siano delle imprese impossibili): raggiungendo regolarmente le vostre mete avrete delle prove concrete che non siete incapaci come pensavate. Ristrutturare il soggiorno, parlare durante una riunione importante, organizzare una festa per il compleanno di vostro marito, iscrivervi ad un corso nuovo in palestra, rivolgere la parola a un uomo che vi ha colpito... raggiungere questi obiettivi vi darà molto più incoraggiamento di quanto non pensiate.

... e quello radicale

E la buona vecchia autosuggestione positiva? È un metodo spesso ridicolizzato e deriso, ma ha comunque dato prova di essere efficace per riconquistare fiducia e stima in se stessi. L’idea è che a forza di ripetervi meccanicamente che siete una gran bella persona, mattino pomeriggio e sera, il concetto finirà per entrarvi in testa!

Non siete sole!


Smettete di interiorizzare sempre i vostri dubbi e non abbiate paura di confidarvi con i vostri cari. Per prima cosa potrete rendervi conto che anche loro capiscono molto bene la vostra situazione: la fiducia in se stessi è difficile da conquistare per tutti. Inoltre potranno aiutarvi a ritrovare la motivazione nella vita di tutti i giorni. Basta un piccolo incoraggiamento prima di una riunione con un cliente che vi mette in soggezione, o un in bocca al lupo prima di andare al primo appuntamento, o un consiglio sul vestito da mettere per una serata speciale. Il modo in cui gli altri vi guardano spesso rivela i vostri pregi più del vostro stesso sguardo, quindi approfittatene!
Infine, se nonostante tutto la vostra mancanza di fiducia in voi stesse non vi lascia vivere bene e a nulla valgono tutti i tentativi di rimedio, chiedete aiuto ad uno psicoterapeuta. Anche in questo caso il fatto di parlarne, di esprimere i vostri dubbi, può essere di grande sostegno.

Copyright foto: Istock

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.