Raffreddore in gravidanza: sintomi e rimedi

Eleonora Chiais

Il raffreddore in gravidanza è un disturbo comune ma, generalmente, poco preoccupante: ecco come riconoscere i sintomi e quali sono i rimedi consigliati.
 

Raffreddore in gravidanza: come affrontare questo disturbo tanto comune quanto fastidioso? Ecco i rimedi naturali più indicati. © Wavebreak Media Ltd/123rf


Raffreddore in gravidanza? Niente panico. Il disturbo, infatti, è molto comune specialmente tra quante si trovano ad affrontare i mesi più freddi dell'anno durante la dolce attesa. In generale, però, non deve preoccupare visto che si tratta di un'infezione destinata - nella maggior parte dei casi - a risolversi rapidamente e senza conseguenze. Ecco come riconoscere i sintomi (per capire anche se si tratta dell'influenza 2017) e quali rimedi è opportuno adottare fin dall'inizio.
 

Influenza in gravidanza: riconoscere i sintomi

I sintomi del raffreddore sono noti. Questa infezione di origine virale, infatti, può essere determinata da una gran quantità di virus appartenenti a ceppi diversi (che sono più di 200) ma, quando si presenta, ha in linea di massima caratteristiche comuni. I sintomi, che si presentano a circa 24 ore di distanza dal contatto con un paziente infetto, sono congestione delle vie respiratorie, abbondante produzione di muco, tosse, mal di gola e mal di testa (un disturbo estremamente comune in gravidanza e che può essere anche il sintomo di altri disturbi) a cui si aggiunge una generale sensazione di stanchezza e qualche linea di febbre che, però, non è mai troppo alta.
 

Come curare il raffreddore?

Nonostante il raffreddore tenda a passare in maniera autonoma e senza conseguenze, è possibile - quando i sintomi si rivelano troppo fastidiosi - intervenire con rimedi ad hoc. Considerando che nel periodo della gravidanza è sempre consigliabile ridurre al minimo l'assunzione di farmaci, però, ecco qualche consiglio su come curare il raffreddore con i rimedi naturali. Per ovviare alla sensazione di stanchezza, quindi, via al riposo che - per combattere la fastidiosa sensazione di naso chiuso - potrà avvenire in una stanza dove siano stati attivati degli umidificatori a base di acqua e olii essenziali. Utili, in questo senso, anche suffumigi, lavaggi nasali e aerosol (da fare solo con la soluzione fisiologica) mentre se il disturbo più fastidioso è quello della gola infiammata via libera a gargarismi con acqua calda e sale e infusi a base di miele e limone, ideale per calmare l'irritazione. Ultimo ma non per ultimo, poi, attenzione all'alimentazione: nel rispetto della dieta indicata per la gravidanza, infatti, in questo periodo sarà opportuno inserire un apporto maggiore di vitamina C e di vitamina B che rafforzano il sistema immunitario.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.