Anticipare il ciclo: metodi naturali (tra miti e leggende)

Cristina Piotti
Come anticipare il ciclo di qualche giorno, senza usare dei farmaci? Esistono rimedi naturali che si crede aiutino, ma la nostra esperta ci spiega come riconoscere miti e verità.

Anticipare o ritardare il ciclo mestruale senza pillola (o farmaci) non è possibile.


Anticipare il ciclo di una settimana o di qualche giorno appena: sono in molte a desiderarlo, quando si avvicinano i giorni delle vacanze, magari con soli strumenti fititerapici. Ma la nostra esperta, la naturopata di Milano Enrica Villani, ci spiega perché molte delle credenze e dei passaparola, oltre che falsi, rischiano di essere anche rischiosi, e controproducenti.

Come anticipare il ciclo mestruale in modo naturale?

Semplicemente, non si può. Per anticipare un ciclo mestruale servono dei farmaci che agiscano sul sistema neuroendocrino. Le piante, semmai, possono aiutare a riequilibrare questo sistema, ma per anticipare il ciclo serve una pillola anticoncezionale o comunque l’azione di un farmaco, che ovviamente deve essere prescritto da un ginecologo dopo un’attenta visita

Le docce calde possono anticipare il ciclo mestruale, senza pillola?

No, si tratta di una leggenda metropolitana: un sistema complesso come quello che nel nostro organismo regola il ciclo mestruale, non può essere certo sollecitato da docce calde.

Mirtillo o camomilla servono a far venire il ciclo?

La camomilla ha il potere di diminuire gli spasmi dolorosi legati al ciclo mestruale, niente di più. Quando al succo di mirtillo, parliamo di un frutto dalle molteplici proprietà, ma non ha una azione diretta sulle mestruazioni. 

Prezzemolo o sedano per anticipare il ciclo: funzionano?

Anche in questo caso parliamo di falsi miti. Di buono c’è che il sedano è ricco di fibre e il prezzemolo contiene vitamina C. Chi crede a queste favole almeno ne riceverà dei benefici, mangiandoli. 

Stimolare l’arrivo del ciclo con l’artemisia?

Altra invenzione: l’assenzio o artemisia absinthium è una pianta conosciuta fin dall’antichità e la sua fama è dovuta all’uso che se ne faceva sul finire dell’Ottocento, quando era la droga prediletta di molti intellettuali dell’epoca. Non solo non ha effetto per anticipare il ciclo, ma oggi sappiamo che è potenzialmente tossica

Copyright foto: Natalia Klenova / 123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.