Peonia: significato, varietà e coltivazione

Giulia Vola

La peonia, la regina dei fiori in Oriente, è una pianta ornamentale, resistente, longeva, talvolta profumata e bellissima. Ecco tutto quello che c'è da sapere. 

Il periodo migliore per la messa a dimora delle peonie va da settembre a novembre. © Hiroshi Tanaka/123RF


Peonia, significato agli opposti

In Giappone come in Cina la peonia è la regina dei fiori e nei suo petali a steli è inscritta l’immortalità dell’anima. Viceversa, in Occidente, la caducità delle sue fioriture, tanto intense quanto veloci, nel linguaggio dei fiori è il simbolo della fugacità della vita. Tuttavia, molto amata dalle spose per la composizione dei bouquet, la peonia è anche il fiore della prosperità e della nobiltà d’animo.


Peonie bianche, rosa, erbacee e arboree: le varietà

In primavera, quando le temperature si alzano, i boccioli di peonia regalano meravigliosi fiori colorati che dalle sfumature del rosa virano fino al rosso rubino passando per il viola o dalle nuance delicate, dal bianco al giallo passando per il crema. Tuttavia, le peonie si distinguono tra le varietà erbacee e legnose o arboree.


Peonie erbacee

Tra le specie erbacee vi è un’ulteriore distinzione a seconda della derivazione: quelle di origine europea hanno fiori privi di profumo a differenza di quelle siberiane, dall’essenza che richiama quella delle rose e dagli steli molto delicati decorativi che vanno dal bianco al rosso. In generale sono varietà longeve (vivono fino a cent'anni), adattabili e resistenti.


Peonie arboree

Originarie della Cina, quelle legnose o arboree sono invece arbusti rustici, resistenti, in grado di adattarsi bene al clima continentale, abituate come sono a crescere in montagna. Facili da coltivare non soffrono la siccità dei climi caldi e regalano vivaci e accese fioriture primaverili.


Coltivazione della peonia

Sia le varietà erbacee sia quelle arboree regalano scorci fioriti, longevi e voluminosi, visto che superano il metro e mezzo di altezza. Premesso che il periodo migliore per la messa a dimora delle peonie va da settembre a novembre - solo per la coltivazione in vaso si può procedere a marzo -, va chiarito che se si decide di partire dal seme è bene armarsi di pazienza dal momento che la germinazione impiega 2 anni per arrivare a compimento. Più veloce la coltivazione a partire da piantine già sviluppate da acquistare presso un vivaio. Per la posizione, le peonie amano esposizioni in pieno sole o mezz'ombra mentre, a proposito di suolo, crescono meglio in un terreno argilloso, permeabile e ben drenato e ricco di materia organica. Se invece la coltivazione è in vaso va bene un terriccio per piante da fiore o una miscela di torba e sabbia. L’unico accorgimento riguarda le irrigazioni: meglio evitare di usare acqua troppo calcarea.  

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.