Strumenti da giardinaggio: grandi risultati, poca fatica

Giulia Vola
Con i giusti strumenti da giardinaggio si ottengono risultati migliori e si fa la metà della fatica: dalla vanga alle forbici passando per il seghetto e il sistema d'irrigazione ecco quali sono i fondamentali.  

I giusti strumenti da giardinaggio non solo garantiscono ottimi risultati ma rendono il compito meno faticoso.


Con i giusti strumenti da giardinaggio le probabilità di far fruttare la vostra terra aumentano in maniera direttamente proporzionale all’investimento. Che sia un grande giardino o un piccolo orticello sul balcone poco importa: l’attrezzatura ad hoc non solo garantisce risultati migliori ma rende il compito meno faticoso. Ovviamente, nel procurarseli, ciascuno deve considerare le proprie esigenze, in linea di massima, però, al momento dell’acquisto bisogna provare l’impugnatura, sondare il peso dell'attrezzo e sarebbe meglio optate per la qualità, più che inseguire il risparmio: se l’ergonomia semplifica la vita, la garanzia di poter usare più a lungo l’attrezzo è una variabile importante da tenere in considerazione. 

Iniziate da voi: guanti e stivali anzitutto. Tra gli strumenti non possono mancare le forbici - ideali per potare e tagliare steli -, le cesoie o troncarami per regolare la forma degli alberi; un seghetto a mano - sceglietelo di forma compatta - per tagliare i rami più spessi, una legatrice, ovvero la pinza per legare rami o piante a tutori; spruzzatori o nebulizzatori per difendere le piante dai parassiti e un sistema d’irrigazione che terrà in vita il vostro giardino anche mentre sarete in vacanza. 

Ma è la vanga, tra tutti gli strumenti da giardinaggio, quello imprescindibile: che abbiate a che fare con ampi spazi o (grandi vasi) è l’attrezzo perfetto per rigirare la terra. Da sapere: le versioni in acciaio inossidabile sono più robuste e resistenti mentre i manici in legno, anche se più costosi, sono più comodi. Nell’ordine seguono il rastrello, che dovrebbe essere leggero avere tra i 10 e i 14 denti e serve per spianare il terreno e preparare le aiuole e la zappetta quando si ha a che fare con piccoli terreni (o vasi).

Il piantatoio, invece, è l’attrezzo che permette sia di fare un buco nel terreno per trapiantare con facilità piante o bulbi, sia di compattare la terra a lavoro ultimato, intorno alle radici mentre il coglifrutta, il sacchetto munito di denti in acciaio agganciato a una pertica, che si rivela utilissimo per raccogliere i frutti più difficili da raggiungere a mano. 

Infine c’è il trituratore, indispensabile in giardino soprattutto in caso di piante attaccate da parassiti o infette: i frutteti dovrebbero essere sempre ripuliti onde evitare che le foglie o i residui della potatura contagino il terreno. Il trituratore è quindi un prezioso alleato e un ottimo investimento per il futuro del vostro giardino. 

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.