Ravanelli: ricette e proprietà

CoryseFarina

Il ravanello è un ortaggio spesso troppo sottovalutato e difficile da accostare. Ecco quindi tante ricette per assaporare il ravanello con tutte le sue proprietà. 
 

Come utilizzare i ravanelli in cucina, tante ricette e benefici. ©  nikkiphoto/123RF


I ravanelli detti anche rapanelli derivano dal nome latino scientifico Raphanus sativus e sono un ortaggio che appartiene alla stessa famiglia della rucola, del cavolo, della rapa e del cavolfiore. Hanno origini incerte, ma si suppone provengano da Cina o Giappone, e in poco tempo sono diventati alimento centrale della dieta mediterranea in tutta Europa già all’epoca di egizi, greci e romani.
Del ravanello esistono più di venti varietà ma quello più comune ha una forma tonda o ovale dal colore rosso intenso. La polpa invece è bianchissima ed è caratteristica per il suo gusto alquanto piccante e aspro.  
Del ravanello è possibile mangiare proprio tutto, sia le foglie che la radice ma, talvolta, a causa del gusto troppo forte non si sa a quali elementi abbinarlo. Non tutti sanno però che il ravanello cotto perde questo sapore piccantino ed è facilissimo da inserire nelle ricette calde. Ecco alcune ricette per sublimare questo piccolo ortaggio!


Ricette con Ravanelli crudi

I ravanelli per la maggior parte delle volte sono mangiati crudi e possono essere associati davvero a tutto, sia con carne che con pesce.
I ravanelli crudi, apportando molta freschezza al piatto, sono ideali per tutte le insalate e per gli antipasti.
Un esempio di antipasto semplice, veloce ma molto sfizioso sono i pasticcini di ravanelli svuotati e ripieni di una crema a base di robiola ed erba cipollina. In Francia, invece, i ravanelli sono assaporati con il burro, per questo vi proponiamo delle tartine da aperitivo ricoperte da uno strato di ravanelli mixati con formaggio fresco e burro, ideali per gli aperitivi freschi e originali.
Per quanto riguarda le insalate invece, sempre più amate sono le insalate di ravanelli con fave, olive o finocchio. Quella che però vi proponiamo noi è a base di ravanelli, rucola, carote e arance, una vera delizia per il palato, fresca per l’estate e adatta anche per chi pranza fuori e non ha il tempo di scaldarsi il piatto.


Ricette con Ravanelli cotti 

I ravanelli però si possono mangiare anche cotti, perdendo un po’ il gusto piccante. La ricetta più facile e veloce consiste nel metter in padella giusto un po' di burro, erba cipollina e i ravanelli interi o tagliati a rondelle, da saltare per qualche minuto e servire caldi.
Per qualcosa di più sfizioso invece vi proponiamo il gazpacho di ravanelli ottimo (e coloratissimo) da gustare soprattutto in estate, oppure il gratin di ravanelli, velocissimo e davvero originale da preparare.


Le foglie dei ravanelli

Come già detto, del ravanello non si butta nulla, quindi anche le foglie sono deliziose per essere mangiate. Le foglie del ravanello possono essere mangiate crude in insalata oppure cotte, realizzando il ricercato pesto di foglie di ravanelli che serve a condire delle deliziose fettuccine o come base sulle tartine di pane, oppure frittate e zuppe calde per l’inverno. 
Ma i ravanelli si abbinano molto bene anche alle patate tanto che potrete realizzare delle deliziose crocchette da cuocere in forno o fritte, che sorprenderanno tutti gli invitati.


Proprietà dei ravanelli

I ravanelli sono un ortaggio adatto alle diete ipocaloriche contendendo pochissime calorie, circa 13 per 100 grammi. I ravanelli sono inoltre ricchi di minerali tra i quali abbonda il potassio che aiuta a contrastare l’azione del sodio riducendo drasticamente la pressione sanguigna.
Favoriscono l’eliminazione di liquidi in eccesso combattendo la ritenzione idrica e regolarizzano il battito del cuore.
I ravanelli sono ricchi di vitamina C, importantissima per l’attivazione dell’acido folico per le donne incinte, e favorisce l’assorbimento del ferro a livello intestinale, stimolando le difese immunitarie contro virus e batteri.
Un cucchiaino di concentrato di ravanello, rilassando il sistema nervoso, è adatto anche a calmare la tosse e spalmato sulle punture d’insetti ne contrasta immediatemente il prurito.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.