Puntarelle: cosa sono e come cucinarle

Anna Paola Bellini

Scopriamo insieme cosa sono, come cucinare e come pulire le puntarelle, un'originale cicoria. 

 

Le puntarelle sono un tipo di cicoria tipica dell'Italia centrale. © cokemomo /123RF

 

Le puntarelle, nonostante il fatto che siano ormai reperibili in tutta la penisola, sono tipiche delle regioni del centro Italia, sono infatti considerate un piatto tipico laziale. Queste verdure sono dei germogli della catalogna, un tipo di cicoria che si distingue dalle altre proprio a causa di questi steli floreali che si fanno spazio tra le foglie. Trattandosi di un tipo di cicoria non c’è da stupirsi se il loro sapore risulterà amarognolo, per mitigarlo basterà metterle in ammollo in acqua e ghiaccio per almeno un’ora.

 

Come pulire le puntarelle 

Per ben pulire le puntarelle si comincia tagliando il cespo alla base, liberando così ogni cima dalle foglie. Dopodiché si elimina la parte dello stelo più coracea, quindi si incide per la lunghezza prima a metà e poi si ricavano delle stiscioline più sottili. A questo punto possono essere poste in acqua e ghiaccio per un’oretta in modo da conferire loro la caratteristica forma un po’ arricciata e al contempo rendere il loro gusto meno amaro. 
 

Puntarelle alla romana 

Una volta pulite e lasciate in ammollo le puntarelle possiamo gustare un'ottima insalata di puntarelle, o meglio le puntarelle alla romana. Basterà condirle con una salsa a base di filetti di alici sott’olio, spicchi d’aglio, aceto ed olio extravergine d’oliva. Le puntarelle vanno lasciate riposare in questo composto per circa un quarto d’ora o venti minuti prima di servire. 

 

Ricette con puntarelle

Un contorno unico si ha anche con le puntarelle in padella. Il loro gusto unico permette loro di essere l’ideale anche come condimento per la pasta. Dopo aver saltato in padella le vostre puntarelle con olio, aglio e acciughe aggiungervi della mollica di pane, o ancor meglio del tarallo sbriciolato e lasciar tostare.
Unire la pasta precedentemente cotta in acqua (vista la presenza delle acciughe, notoriamente salate, vi consigliamo di non aggiungere il sale nell’acqua), mantecare e servire. 
Come per la pasta le puntarelle sono ottime anche per condire cremosi risotti, o anche semplicemente sbollentate da accompagnare a dei crostini

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.