Zenzero: quel gusto in più sulle portate

Giulia Vola
Un toccasana per l'organismo, un sapore inconfondibile nelle portate: lo zenzero è l'ingrediente capace di fare la differenza in cucina. Ecco qualche spunto.

Lo zenzero è l'ingrediente prezioso della cucina che ama sapori sofisticati e decisi.


Un tocco di zenzero dà quel gusto in più alle portate. Il suo sapore inconfondibile va d'accordo praticamente con tutto e le sue proprietà fanno bene all'organismo per più di un motivo: favorisce la digestione, è un ottimo alleato del sistema immunitario, allevia la nausea e il mal di testa, i dolori mestruali e quelli artritici. Insomma, dai tempi di Confucio, il filosofo cinese vissuto 2500 anni fa, e del greco contemporaneo Ippocrate (il padre della medicina), un tocco di zenzero nelle portate fa la differenza. 

Va a braccetto con zuppe e vellutate, piatti a base di pesce e verdure ed è l'ingrediente principale dei (natalizi) biscotti di pan di zenzero (gingerbread), del pan di spezie e del pan pepato. Dalla teoria alla pratica, iniziando con il pesce, lo zenzero dà un tocco in più a orate e salmoni al vapore, alle cozze ai gamberi.

I carnivori ameranno tanto le (veloci) scaloppine allo zenzero quanto il (sofisticato) filetto di maiale al miele e zenzero e gli (sfiziosi) bocconcini di pollo al sesamo e zenzero. Anche lo chef Carlo Cracco ha dato il suo contributo: il riso al pepe di sichuan, zenzero e acciughe è davvero un "piatto di ristorante", per dirla alla Joe Bastianich.

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.