Pilates Matwork: cos'è?

Cristina Piotti
Il Pilates Matwork fa dimagrire? Oppure migliora equilibrio e riflessi? Come funzionano gli esercizi? Tanti quesiti ai quali risponde il nostro esperto. 

Gli esercizi di Pilates Matwork, come vedremo, devono essere seguiti con un esperto.


Si parla molto di Pilates Matwork o di Pilates fatto con le macchine. E scegliere quale dei due seguire non è semplice, se non si conoscono pregi e differenze del primo, rispetto al secondo. Ma per fare chiarezza c’è il nostro esperto, Piero Fontana, docente presso la Fitness School AICS, scuola di formazione tecnica del settore fitness su territorio regionale e specialista di Pilates, Power Yoga, stretching e ginnastica posturale.

Cos’è il Pilates Matwork?

Il Metodo Pilates prende il nome dal suo ideatore, Joseph Hubertus Pilates, che in principio codificò le sue routine di esercizi a corpo libero, attingendo dal suo background sportivo (culturismo, yoga, Tai Chi, boxe, nuoto e altro ancora). La maggior parte di essi si eseguiva al pavimento su di un tappeto: da qui il nome "mat-work". In seguito, grazie alla sua inventiva, riuscì a fare allenare con i suoi programmi di lavoro diversi infortunati di guerra, costretti a rimanere a letto. Montando delle molle in modo appropriato sulle estremità dei letti o sui baldacchini, diede vita a quelle che in seguito sarebbero diventate 2 grandi macchine: Cadillac e Reformer

Qual è la differenza rispetto al Pilates con le macchine?

La differenza sostanziale fra le due tipologie di Pilates è che il lavoro con le macchine permette un recupero più rapido di alcune problematiche strutturali, proprio perché si riesce in modo più pertinente ad isolare la patologia e a rendere cosciente il cliente del proprio movimento. L'attrezzo crea dei vincoli o delle assistenze al movimento, che il lavoro a corpo libero non consente. Quest'ultimo è più adeguato a persone con difficoltà minori, ed è più versatile nei centri fitness, dove si lavora con gruppi più numerosi.


Quali sono i benefici del Pilates Matwork?

In primo luogo rende coscienti del proprio movimento corporeo. Rieduca la postura, rafforza la colonna vertebrale grazie all'impiego della "Core Stability" (la stabilità del nostro cilindro viscerale). Si diviene poi più consapevoli della propria fluidità e dell'importanza del respiro. Trae benefici anche la coordinazione e l'economia delle movenze corporee, incrementando il senso di equilibrio e stabilità. Si impara a responsabilizzare il corpo nella quotidianità, donando anche un generale senso di benessere mentale.

Il Pilates Matwork ha controindicazioni?

Generalmente praticare Pilates non ha controindicazioni particolari per le persone in salute. Le controindicazioni si presentano in base al tipo di esercizio da svolgere e alle condizioni fisiche di chi pratica. Alcuni movimenti, infatti, potrebbero essere inadatti per chi soffre di specifiche algie o determinate esecuzioni potrebbero non essere pertinenti per chi non gode di sufficiente flessibilità. Ovviamente queste potrebbero essere solo condizioni momentanee, che potrebbero verosimilmente migliorare con l'applicazione di eventuali modifiche agli esercizi. Proprio per questo sarebbe buona norma rivolgersi ad un istruttore di Pilates esperto, che sappia indicare se in base alle vostre condizioni di salute dobbiate evitare alcuni esercizi e privilegiarne altri per trovare giovamento. Bisogna porre, infine, attenzione a chi soffre di problemi severi alla colonna vertebrale e per le donne in gravidanza, che dovrebbero rivolgersi al proprio medico per sapere se il Pilates sia adatto a loro.

Copyright foto:  ANTONIO BALAGUER SOLER  / 123RF

Annunci Google

Nessun commento per il momento.