Anno nuovo vita nuova: inizia dallo sport

Cristina Piotti

È tempo di iniziare il 2017 cambiando le abitudini sportive. Per iniziare un'attività fisica diversa basta capire quale è davvero adatta alle nostre attitudini e preferenze. 

Anno nuovo vita nuova: scegliere uno sport mai provato è un modo per iniziare con grinta il 2016.

 Anno nuovo, vita nuova. Ma soprattutto sport nuovo! Tra i tanti buoni propositi che la scienza ci suggerisce per il prossimo anno, quello di un'attività fisica è sicuramente uno di quelli che fanno meglio al nostro corpo e assicurano benessere. Ma quale scegliere? Ecco come selezionare un'attività in base alle proprie abitudini e preferenze, ma anche obiettivi e corporatura.

Sport da soli o in compagnia?

Ci sono quattro tipi di profili, per quattro diversi tipi di attività e regolarità. Chi è molto motivato e autonomo può programmare un'attività o uno sport da fare ogni giorno, come la corsa, il nuoto o anche i corsi fitness. C'è chi invece ha bisogno di qualcuno altro che lo motivi, e allora la scelta ideale è iscriversi direttamente in palestra, chiedendo il supporto di un istruttore. Gli amanti della chiacchiera, che necessitano compagnia, è bene che prediligano corsi di gruppo, oppure attività che prevedano un team con il quale giocare. Non è detto però che le cose non possano essere mischiate, con un programma che alterna attività di gruppo e in solitaria.

Obiettivi per l'anno nuovo

Tutti gli sport fanno bene ma la cosa migliore è fissare degli obiettivi e scegliere un'attività di conseguenza. Nuoto per chi vuole allenare braccia e gambe, GAG per punta a eliminare le zone grasse, soprattutto da gambe, glutei e addome. Per chi vuole sfogarsi da stress e superlavoro, sono ottimi gli sport come basket, calcio, pallavolo. Gli attrezzi in palestra possono aiutare ad agire in modo ancora più mirato. La corsa è più riflessiva, aiuta a calmare la mente e a snellire.

Come selezionare lo sport adatto a noi

Chi odia il freddo cerchi attività al chiuso evitando, in questa stagione, il fitness outdoor, altrimenti smetterà ancora prima di incominciare (e viceversa). Divertirsi è fondamentale quindi meglio cercare qualcosa che sia anche tra i propri gusti, altrimenti alla fatica dei muscoli si unirà quella della mente. Un trucco? Pensare di tornare agli sport che avremmo voluto fare da bambini o che ci erano piaciuti a scuola, un modo per dare loro una seconda chance. Importante anche tenere a mente il proprio budget, ricordando che attività come il golf, la vela, il tiro con l'arco e lo scii sono sicuramente affascinanti, ma necessitano una spesa non indifferente in attrezzatura. Infine, meglio essere realisti e sinceri sulla propria condizione fisica: mai partire in quarta con un sovrallenamento, che oltre ad essere dannoso, rischia di non durare fino all'estate.

Una corporatura adatta a ciascuno sport

Non dovendo diventare campioni olimpici, qualsiasi corporatura è adatta a tutti gli sport. Ma certamente è bene tenere a mente su quali attività il nostro fisico ci rende imbattibili: chi ha un buono sprint ad esempio può tenere in conto la corsa su brevi distanze. Ed è vero che non bisogna essere degli spilungoni per il basket, ma almeno un po' di altezza è necessaria. Se si è bassini ma forti ed energici, la ginnastica a corpo libero fa per noi. Per la bicicletta da corsa serve potenza di gambe, mentre nel nuoto le spalle devono essere sane e prive di acciacchi. Nel tennis serve agilità e potenza, oltre che resistenza, mentre per l'arrampicata sportiva è necessario ovviamente non soffrire di vertigini e sopportare bene l'altezza. E naturalmente ricordare che chi ben comincia...

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

1 Commento

Esatto…il peggio è iniziare! Solo che ho iniziato la dieta herbalife, ma di iscrivermi in palestra, visto che sono una pigrona, ancora non ce l'ho fatta.