Alta Moda Roma: le passerelle Haute Couture

Eleonora Chiais
  • A Roma è andata in scena l'Alta Moda con le tendenze Haute Couture per le prossime stagioni ad illuminare le passerelle.

    Alta Moda a Roma con una settimana di appuntamenti Haute Couture che si è conclusa domenica 9 luglio. © Imaxtree.com


    L'Alta Roma si sposta a Roma e, dopo la settimana parigina dell'Haute Couture, accende i riflettori dell'High Fashion sulle passerelle della città eterna. L'appuntamento con le creazioni più preziose delle prossime stagioni è andato in scena sui catwalk della capitale fino al 9 luglio, ecco - quindi - una summa delle collezioni difficili da dimenticare.
     

    Gianni Molaro: "Il giardino incantato"

    Gianni Molaro ha presentato a Roma le creazioni per l'Autunno/Inverno 2017-2018 racchiudendo la preziosa collezione all'interno della performance Il giardino incantato. Largo, così, a tessuti preziosi e luminosi, tagli classici riletti in chiave audace, contrapposizioni stilistici e suggestioni cromatiche capaci di trasferire - a suon di fruscii e dettagli luminosi - in una dimensione evidentemente fiabesca.

  • Morfosis, Primavera/Estate 2018

    Morfosis ha presentato ad Alta Roma una coloratissima collezione Primavera/Estate 2018. © Imaxtree.com


    Morfosis ha sfilato ad Alta Roma con la sua collezione Primavera/Estate 2018 proponendo sul catwalk un tripudio di colori accesi e tagli stravaganti. Un'interpretazione dell'Haute Couture che ha assunto, così, i contorni della modernità vestimentaria de luxe tracciando - contemporaneamente - nuovi disegni nella direzione di un'Alta Moda decisamente attuale.

  • Sylvio Giardina, Autunno/Inverno 2017-2018

    Sylvio Giardina ha presentato a Roma la sua collezione Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com


    Si è tornati all'Autunno/Inverno 2017-2018, invece, con la sfilata romana di Sylvio Giardina che per presentare la sua collezione Haute Couture disegnata per la stagione fredda ha mostrato una spiccata predilezione per i tessuti impalpabili, per i divertissement cromatici e per i tagli fruscianti e leggiadri. Il risultato? Una collezione dal fascino ricercato e discreto.

  • Sabrina Persechino, Autunno/Inverno 2017-2018

    Sabrina Persechino gioca con le trasparenze nella sua collezione Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com


    Trasparenze e austerità cromatiche sono protagonisti nella collezione presentata a Roma da Sabrina Persechino che ha sfilato in passerella con la sua collezione Autunno/Inverno 2017-2018. Sul catwalk, così, si sono susseguite tonalità austere e dettagli vivaci, molti vedo-non-vedo e altrettanti tagli sofisticati per una linea che certamente non è passata inosservata mostrando il lato più chic delle tendenze bon-ton. 

  • Renato Balestra, Autunno/Inverno 2017-2018

    Ricami e tessuti preziosi nella collezione Autunno/Inverno 2017-2018 di Renato Balestra. © Imaxtree.com


    Renato Balestra, maestro dell'Haute Couture romana, ha sfilato sulle passerelle di Alta Roma con le sua collezione Autunno/Inverno 2017-2018. La presentazione della linea, a base di tessuti opulenti e tagli sofisticatissimi, è stata  un successo annunciato grazie ai tratti dell'Alta Moda in senso classico capaci di far rivivere le suggestioni più chic di un fashion che non cede mai alle "lusinghe" della banalità.

  • Rani Zakhem, Autunno/Inverno 2017-2018

    Rani Zakherm porta a Roma la sua collezione d'Alta Moda per l'Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com


    L'Autunno/Inverno 2017-2018 di Rani Zakhem ha le tonalità luminose dei metalli più preziosi e i tagli elaborati che sono tipici dell'Alta Moda. Ed ecco, così, una linea sofisticata in senso classico che - capace di travalicare i limiti delle texture - propone giustapposizioni inedite e incroci virtuosi che avvolgono la silhouette con la delicatezza dell'Haute Couture.

  • Greta Boldini, Primavera/Estate 2018

    Greta Boldini tra tessuti fruscianti e sovrapposizioni nella collezione Primavera/Estate 2018. © Imaxtree.com

     

    Tagli classici e tessuti quasi invisibili - ma sapientemente sovrapposti per creare un frusciante volume che non teme il rischio di apparire malizioso - nella collezione Primavera/Estate 2018 di Greta Boldini che, giocando con stoffe e consistenze, nasconde la silhouette esaltandola e propone creazioni dal fascino intramontabile.

  • I'm Isola Marras, Primavera/Estate 2018

    Colori e citazioni allo streetwear nella collezione Primavera/Estate 2018 di I'm Isola Marras. © Imaxtree.com

     

    Primavera/Estate 2018 all'insegna dell'Alta Moda più vitaminica, invece, nella collezione firmata I'm Isola Marras, una linea - questa - che segna il passaggio di testimone da padre a figlio nella direzione creativa del brand. “La nuova I’M Isola Marras - spiega il neo direttore Efisio Rocco Marras - rappresenterà per i giovani uno spazio illimitato dove creatività e nuove idee si incontrano”. Nuove idee che, nel caso di questa linea luminosissima, si concretizzano strizzando l'occhio allo street style in chiave sporty.

  • Erkan Coruh, Primavera/Estate 2018

    Erkan Coruh ha presentato a Roma la sua collezione Primavera/Estate 2018. © Imaxtree.com

    Una vocazione libera e viaggiatrice che s'incontra con una predilezione marcata per il lusso e le linee sofisticate. Ecco la collezione d'Alta Moda Primavera/Estate 2018 disegnata dal designer turco Erkan Coruh e presentata, sulle passerelle romane, tra foulard e creazioni fruscianti, tra stoffe luminose e inserti ricercati. Risultato? Un viaggio che assume i contorni della magia.

  • Soocha, Primavera/Estate 2018

    Soocha gioca con colori e influenze street nella collezione Primavera/Estate 2018. © Imaxtree.com

     

    Influenze street rilette in chiave extra lusso nella collezione Soocha dedicata ai capi d'alta moda per la prossima Primavera/Estate. Una linea, questa, innegabilmente giovane ma altrettanto ricercata, capace di coniugare le influenze della contemporaneità con un'indiscutibile attenzione alla scelta dei tessuti, dei colori e degli stili.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.