Sfilate Milano 2017: Fashion Week dell'A/I

Eleonora Chiais
  • Le sfilate di Milano 2017 portano all'ombra della Madonnina la moda donna e definiscono i diktat fashion per l'Autunno/Inverno 2017-2018.

    Le sfilate di Milano 2017 si aprono nel segno di Gucci con Alessandro Michele che si reinventa alchimista alla moda. © Imaxtree.com


    Dopo New York e Londra tocca alle sfilate moda donna di Milano e i catwalk sono pronti a dettare le regole modaiole per il prossimo Autunno/Inverno 2017-2018. E la programmazione per la Milano Fashion Week è ricca come sempre.

    A tagliare il nastro della Settimana della Moda nostrana, infatti, è stato il sempre visionario Alessandro Michele che ha portato in pedana la collezione Gucci, presentata nel nuovo quartier generale della maison in via Mecenate di fronte a quasi 800 invitati (sul front row, tra l'altro, Charlotte Casiraghi e Jared Leto). Una collezione magica che ricorda la bottega di un alchimista perché, per sua stessa ammissione, il designer è proprio così che si sente: "In quello che faccio non c'è scienza e non c'è regola, prendo cose povere e le trasformo in oro". E se l'oro, a livello cromatico, effettivamente c'è (ed è abbondante) e più la preziosità simbolica a imporsi tra cappe ultra-chic, abiti lunghi e impalpabili, immancabili capispalla dal fascino urban chic, dettagli vagamente hipster e particolari capaci di stregare anche lo sguardo meno esperto.

    Una partenza in grande stile, insomma, ma il seguito non è certo da meno. Ecco le sfilate più belle di Milano 2017.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Gucci.

  • Alberta Ferretti, Gigi Hadid e il floreale

    Alberta Ferretti alle sfilate di Milano 2017 porta il fascino veneziano e cita il Carnevale all'insegna del Made in Italy. © Imaxtree.com

     

    Il floreale per quattro stagioni, la leggerezza delle texture fruscianti e le super modelle sul catwalk (Gigi Hadid in primis): ecco gli ingredienti vincenti della sfilata Autunno/Inverno proposta a Milano da Alberta Ferretti. In pedana il focus è, al solito, sul Made in Italy più chic con un'ispirazione al Carnevale e a Venezia che compare direttamente su abiti e cappe, con la stampa di piazza san Marco e dei canali, ed è citata dai bottoni d'oro e dai ricami che animano le giacche e i cappotti (ancora doppio petto). Risultato? Una femminilità tutta italiana che non ha bisogno di eccessi per imporsi, ora e sempre.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Alberta Ferretti.

  • Fausto Puglisi: eclettismo e citazioni

    Fausto Puglisi stupisce ancora con una collezione Autunno/Inverno all'insegna di eclettismo e creatività. © Imaxtree.com

     

    Riferimenti e citazioni illustri, da Pasolini allo Young Pope di Paolo Sorrentino, sulla passerella milanese di Fausto Puglisi che all'insegna del mantra "Io non sono come voi" porta in pedana una collezione basata sulle visioni e sulle alternanze. Difficile - tra i kimono di raso e i bomber oversize, tra i mini dress effetto nude e  le presentissime piume ornamentali - trovare un fil-rouge senza appellarsi all'eclettica maestria stilistica del designer più controverso del panorama attuale. Fausto Puglisi stupisce ancora. E lo farà di nuovo. E di nuovo. E di nuovo. D'altra parte non sta proprio in questo il segreto del suo successo?

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Fausto Puglisi.

  • Francesco Scognamiglio: la bellezza è moda

    Francesco Scognamiglio propone un'ode alla bellezza femminile tra materiali preziosi e tagli capaci di esaltare la silhouette. © Imaxtree.com


    La bellezza della moda e la moda della bellezza sulle passerelle milanesi di Francesco Scognamiglio che, per l'Autunno/Inverno 2017-2018, propone abiti in organza lavorati con microscopici oblò - che scoprono ricami di cristalli -, stampe che ricordano le ali delle farfalle, blusette in seta arricchite da inedite borchie, pellicce in kidassia, da indossare con la gonna anche lei traforata. Gran finale, poi, con la moda pensata per la sera e declinata sul lungo dove gli abiti vaporosi d'organza declinati sulle tonalità pastello si abbinano a stivaloni in velluto che citano il pitone. Un successo.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Francesco Scognamiglio.

  • Luisa Beccaria: ninfe dei boschi

    Luisa Beccaria trasforma la passerella in una foresta incantata tra ninfe e texture preziose. © Imaxtree.com


    La passerella di Luisa Beccaria per la collezione donna Autunno/Inverno 2017-2018 è una foresta incantata dove si muovono leggiadre, vere e proprie ninfe dei boschi avvolte da texture preziose. Tra queste s'impone il velluto lucido, perfetto per la sera più elegante ma anche nel look daily decisamente bon-ton, mentre nelle fantasie dominano le citazioni della natura che si concretizzano anche in preziose tiare di foglie dorate. Un sogno.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Luisa Beccaria.

  • Fendi: impalpabilità e classe

    Tessuti impalpabili e cuissardes rossi acceso nella collezione A/I 2017-2018 di Fendi. © Imaxtree.com


    La leggerezza degli abiti Fendi incornicia la silhouette e si abbina ai capispalla che, onnipresenti, sono caratterizzati dalle linee nette e dai tagli rigidi ma sono anche - allo stesso tempo - impreziositi da piccoli e vezzosi ricami. La collezione Autunno/Inverno 2017-2018 del marchio italiano si configura, così, come una linea disinvolta e chic dove a fare da fil-rouge, letteralmente, ci pensano gli stivali rossi modello cuissardes che accompagnano tutte le uscite sul catwalk.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Fendi.

  • Vivetta: fascino retrò (e circo)

    Atmosfere circensi e fascino retrò nella collezione Vivetta per l'Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    S'ispira alle atmosfere circensi del secolo scorso la collezione Vivetta presentata alle sfilate di Milano e composta da capi dal gusto inequivocabilmente retrò. In passerella, così, largo alle rouches, alle stampe eccentriche, ai malinconici Pierrot ricamati sui pantaloni in denim e ai corpetti allacciati dal fascino vintage. Il risultato è una linea capace di alternare lo scherzo all'abilità sartoriale.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Vivetta.

  • Emilio Pucci: colori in libertà (vigilata)

    Colori protagonisti e citazioni alla moda anni 70 per la collezione Emilio Pucci alle sfilate di Milano. © Imaxtree.com


    Colore protagonista assoluto sulla passerella Emilio Pucci in una collezione che ripercorre i must cromatici della storica maison. E le citazioni, "casalinghe" e non, sono numerose. La silhouette, lunghissima e affusolata, per esempio è quella degli anni 70 (con tanto di pantaloni bell bottom, top scivolati e cascate di frange) mentre il jersey cita la moda anni 50 tra drappeggi e oblò asimmetrici. Il risultato? "Semplicemente" l'ennesima prova da maestro di Massimo Giorgetti.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Emilio Pucci.

  • Prada: la città delle donne

    La collezione Prada propone una città delle donne dove regna il caos e s'impone la riflessione. © Imaxree.com


    "Mi sono immaginata una città delle donne. Un posto dove chiedersi: a cosa serve tutto ciò? E perché qualcosa è permesso e altro no?”. A metà strada tra l'impegno politico, la speculazione filosofica e la cronaca contemporanea ecco la collezione Prada che entra a gamba tesa tra le sfilate di Milano con una riflessione sulla raffigurazione dell'abbigliamento femminile nella contemporaneità. La risposta? Il caos. Un caos che inizia dalle sovrapposizioni, continua nei ricami, si esprime appieno nelle decorazioni. Un caos, insomma, che fa riflettere. E sperare. Per la moda e per le donne.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Prada.

  • Moschino: riciclare è moda

    Ecologia e provocazioni sulla passerella milanese di Moschino firmata dal visionario Jeremy Scott. © Imaxtree.com

     

    La moda del riciclo va in scena sulle passerelle Moschino dove il vulcanico Jeremy Scott abbiglia Kendall Jenner con una scatoletta da imballaggio usata come un cappello e Gigi Hadid con un impermeabile ricoperto di etichette. Non solo, però. Scatolette di cartone, candelabri, coperchi dei bidoni della spazzatura si muovono su un catwalk dove il designer americano lancia un'ode alla sostenibilità all'insegna della provocazione che diventa ecologia.

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Moschino.

  • Diesel Black Gold: citazioni anni 90

    Diesel Black Gold porta in scena tanto nero e volumi oversize. © Imaxtree.com


    La moda anni '90 è la protagonista assoluta sulla passerella Diesel Black Gold dove Andreas Melbostad  gioca con la creatività reinterpretando il minimal dell'ultimo decennio del secolo scorso. Largo, così, a una collezione volutamente cheap dove il basic è il filo conduttore di questi capi, per gran parte total black, e dove le silhouette sono tutte lunghe e affusolate ma acquistano consistenza grazie ai blazer oversize, ai pantaloni in denim bicolore e alle bluse letteralmente cucite addosso.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Diesel Black Gold.

  • Emporio Armani: classico con brio

    Classica con brio la collezione Emporio Armani per l'Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    Emporio Armani si reinventa e guarda al cambiamento definendo, sulla passerella milanese, i diktat della donna contemporanea. Largo così a pantaloni e giacche ingentiliti da motivi galles, chevron o a pois ma resi contemporanei dai dettagli in pvc, dalle grandi paillettes colorate e dall'alternarsi delle bluse ammodernate da inattesi fiori appena abbozzati. E se i blazer si distinguono per i bottoni retrò, ad essere "figli del nostro tempo" sono soprattutto gli abbinamenti dove le gonne lunghe e i pantaloni di velluto si abbinano rigorosamente con le sneakers.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Emporio Armani.

  • Krizia: stampe, che passione

    Stampe e opposizioni cromatiche nella collezione Krizia dell'A/I 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    Mascolinità e contemporaneità sono le parole chiave nella nuova estetica Krizia che, sulle passerelle di Milano, cambia via e guarda agli archivi della maison immagina una nuova contemporaneità per lo storico brand. Il merito è del direttore creativo Zhu ChongYun che si rende riconoscibile alternando le stampe rubate dal mondo animale ai tocchi metallici, i volumi inediti ai tessuti lussuosi. Il plus? Gli accessori.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Krizia.

  • Blugirl: Londra, San Pietroburgo, Milano

    Ispirazioni retrò e linee contemporanee nella collezione Blugirl per il Fall/Winter 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    Londra, San Pietroburgo e Milano: Blugirl immagina, nella sua collezione Autunno/Inverno 2017-2018, un piccolo giro del mondo dove le tre città amate dalla stilista Anna Molinari diventano una fonte d'ispirazione. Via libera, così, ai colletti in pizzo d'ispirazione vittoriana per la capitale del Regno Unito, al velluto decorato di perle per la tappa russa e alle trasparenze - tutte sul nero - che omaggiano la Milano della Scala. Fil rouge? Gli immancabili colbacchi.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Blugirl.

  • Tod's: chic & street

    Eleganza classica con incursioni nel mood contemporaneo per la linea firmata Tod's. © Imaxtree,com

     

    Decisione e classe sono i punti chiave della collezione Autunno/Inverno proposta alle sfilate milanesi di Tod's che, nelle uscite in pedana, traduce lo spirito della strada in un'espressione di lusso funzionale. Il plus sono, al solito, i materiali preziosi che si uniscono e si sovrappongono per proporre un nuovo concetto di moda dove la più classica delle palette di stagione (bianco, nero, marrone e beige) si fonde con il rosso acceso e il verde militaresco.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Tod's.

  • Versace: vedo nero

    Total black e vedo-non-vedo nella collezione Versace per l'A/I 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    L'ispirazione della collezione Versace per il Fall/Winter 2017-2018 è lo stile della stessa Donatella che si ripercuote in ogni uscita delle modelle sul catwalk e che appare evidente sulle scritte - dal gusto chiaramente programmatico - che adornano felpe, cinture e cappellini: Courage, Loyalty, Love"Questa collezione parla del potere delle donne e delle donne che sanno usare il proprio potere - commenta Donatella Versace - ed è un appello all'unità, alla forza che viene dall'ottimismo e dalla speranza".

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Versace.

  • Vionnet: colori e tagli preziosi

    Colori e plissettatura nella collezione Vionnet dell'Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com

     

    Plissettature e colori accesi nella collezione Autunno/Inverno di Vionnet che si declina sul mantra della proprietaria e creative director del brand Goga Ashkenazy: "qualità contro quantità". Un punto di rottura con quella moda che - continua - "parla e straparla solo di numeri, di mercati da conquistare, di fatturato". L'interesse della griffe, spiega ancora, è un altro: "A Vionnet interessa piuttosto una nicchia precisa e di alto livello. Mi piace ispirarmi alla matrice colta, innovativa e sofisticata del nostro brand e seguire una ricerca di forma, di materia e tecnologia totalmente fuori dal coro, temporale e durevole". E guardando alle uscite in pedana il risultato si può dire raggiunto.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Vionnet.

  • Bottega Veneta: citazioni anni 30

    Bottega Veneta punta sulle spalle oversize e sulle imbottiture inedite. © Imaxtree.com

     

    Il direttore creativo di Bottega Veneta, Tomas Maier, presenta a Milano una collezione ispirata ai dettagli anni Trenta dove l'utilizzabilità reale dei capi regna sovrana. Focus sulle spalle - sempre ben definite - e sulla silhouette femminile, che riacquista un ruolo centrale nel look. Lato palette cromatica, invece, s'impongono i colori classici che ben si accostano alle pelli preziose e ai tagli rassicuranti che appaiono in tutta la linea. Una collezione portabile, insomma, ma forse un po' scevra di guizzi creativi.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Bottega Veneta.

  • Antonio Marras: omaggio ad Evelina Mameli

    Fantasie classiche e lunghezze midi sulla passerella Antonio Marras per l'A/I 2017-2018. © Imaxtree,com

     

    La collezione Autunno/Inverno 2017-2018 di Antonio Marras omaggia Evelina Mameli, prima accademica in Italia (era docente di botanica) nonché mamma di Italo Calvino. E la dedica è evidente nei dettagli floreali e negli abiti adatti per il ballo - vera e propria passione di questa globe-trotter ante litteram - che si concretizzano nei tessuti fluidi e nei tagli svasati, nei corpini, nei drappeggi, nei fiocchi vagamente retrò e nel plissè che, qui, s'impone a partire da colori rassicuranti come il nero e l’ecrù.
     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Antonio Marras.

  • Blumarine: 40 anni in passerella

    Colori accesi e dettagli preziosi nella collezione Autunno/Inverno di Blumarine. © Imaxtree.com

     

    Blumarine celebra i suoi 40 anni con la sfilata milanese e Anna Molinari porta in passerella gli abiti più amati della griffe. Focus sull'artigianalità e sull'eleganza che, al solito, è evidente ma non ridondante. Dominano, così, gli abiti al ginocchio, le scollature profonde, i bordi preziosi (in visone rasato), le pellicce, lo chiffon, il raso, i ricami floreali e le paillettes. Il risultato? Lo spiega la stessa stilista ammettendo che si tratta di "una collezione molto leggera e leggiadra" disegnata per le donne che vogliono (e devono) "mandare un messaggio di positività".

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Blumarine.

  • Missoni: femminismo prêt-à-porter

    Tailleur pantalone e fantasia quadrettata nella collezione A/I 2017-2018 di Missoni. © Imaxtree.com

     

    Politica e coloratissima la passerella Missoni con una collezione, presentata a Milano, che esplora i capisaldi del marchio e lancia un messaggio importante. Il risultato è quello di un "femminismo prêt-à-porter" dove l'orgoglio di essere donna esplode sulle fantasie e sui simboli che decorano i maglioni  e si affiancano a quei tratti multi-color capaci di avvolgere la silhouette esaltandola e glorificandola.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Missoni.

  • Ermanno Scervino: sull'attenti!

    Rigore militaresco e ricami nella collezione Fall/Winter di Ermanno Scervino. © Imaxtree.com

     

    Maschile e femminile, invece, si mescolano e si sovrappongono nella collezione - vagamente militaresca - portata sulle passerelle milanesi da Ermanno Scervino che, incassando tanti applausi, regala altrettanti trend al prossimo Autunno/Inverno. "Il mood per questa collezione - spiega il designer - è ancora una volta il gioco tra maschile e femminile che mi piace sempre molto. La rivoluzione partita nel '68 con le madri ora arriva alle figlie ma con un twist a tutta contemporaneità e il mio è un militare di oggi". E il soldato dei giorni nostri si avvolge nei cappotti, ornati di pelliccia e mostrine, si stringe nelle giacche dalle spalline ricamate e non disdegna nemmeno il parka che, grazie ai bordi di volpe e ai volumi over, è perfetto in abbinamento con il più delicato abito di pizzo plissè e i più urban degli stivali alti.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Ermanno Scervino.

  • Jil Sander: look da donna in carriera

    Linee rigide e texture classiche nella collezione Jil Sander disegnata per il prossimo Autunno/Inverno. © Imaxtree.com

     

    Jil Sander per il Fall/Winter 2017-2018 si concentra sul look delle donne in carriera anni 80 e ripropone tailleur con le giacche ampie, tagli dritti, spalle squadrate e debitamente imbottite e modelli dalla vita sagomata. Non solo, però, ai blazer più retrò, infatti, si affiancano gonne longuette, pantaloni maschili, grandi cappotti oversize (ancora rigidamente doppio petto) ma anche iper-femminili tuniche in pelle e inediti piumini coordinati alla mise.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Jil Sander.

  • Philosophy di Lorenzo Serafini: dolcezza audace

    Philosophy di Lorenzo Serafini immagina una collezione a base di texture impalpabili e tagli street. © Imaxtree.com

     

    Dolcezza e audacia sono le parole chiave nella collezione Autunno/Inverno 2017-2018 disegnata da Lorenzo Serafini per Philosophy dove s'immagina una femminilità seducente capace di alternare abiti da cocktail anni 50 a look maschili, bustier, gonne a corolla e trasparenze leggere. “Mi ha sempre affascinato la dualità dell’animo delle donne - ha spiegato il designer - per questo ho immaginato una giovane Liz Taylor che incontra lo spirito ribelle dei Mod in una mia celebrazione della seduzione femminile e della sua indipendenza".

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Philosophy di Lorenzo Serafini.

  • Elisabetta Franchi: vezzoso e dinamico

    Cappelli vezzosi e fiocchi a volontà sul catwalk dell'Autunno/Inverno firmato Elisabetta Franchi. © Imaxtree.com

     

    Tacchi a spillo, seduzione classica e - come ambientazione - la vivacità delle strade parigine negli anni 40. La collezione Autunno/Inverno 2017-2018 di Elisabetta Franchi ricorda lo stile e il carisma di Evita Perón proponendo un mix and match di linee maschili (in primis i tailleur pantalone) e tagli iper femminili (su tutti le gonne in versione iper attillata), di fantasie eclettiche (tra gessato e ricami) e di contrasti decisi (tra aironi ricamati e tenui tonalità vaniglia). Risultato? Vezzoso e dinamico.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Elisabetta Franchi.

  • Simonetta Ravizza: stile pop in technicolor

    Dettagli animalier e colori accesi nella collezione firmata Simonetta Ravizza. © Imaxtree.com

     

    Un arcobaleno divertente, punteggiato da dettagli maculati: ecco la ricetta vincente della nuova collezione Simonetta Ravizza che, in vista del prossimo Autunno/Inverno 2017-2018, propone un guardaroba pop capace di reinterpretare la pelliccia all’insegna del gioco e dei cromatismi. Tra visoni rosa shocking, dettagli maculati, esplosioni di volpe flou e cappotti maschile principe di Galles il risultato è tanto inatteso quanto dirompente. E cool.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Simonetta Ravizza.

  • Trussardi: femminilità disinvolta

    Trussardi tra velluto lucido e tagli fluidi disegna una femminilità disinvolta per l'Autunno/Inverno 2017-2018. © Imaxtree.com


    Trussardi riscopre le origini portando in passerella a Milano una moda sofisticata dove alle suggestioni degli esordi stilistici si affiancano le rielaborazioni in chiave strettamente contemporanea. Largo, così, al new look dei capi iconici che, a partire dal tailleur pantalone, riscoprono la loro stretta contemporaneità declinandosi su tagli più fluidi e su tessuti egualmente preziosi. Un plauso particolare, poi, è d'obbligo ai cromatismi che non cessano di stupire, uscita dopo uscita. E il velluto (lucido) è tra i protagonisti assoluti.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Trussardi.

  • Laura Biagiotti: ispirazione artistica

    Sovrapposizioni e dettagli chic nella collezione A/I 2017-2018 di Laura Biagiotti. © Imaxtree.com

     

    Il Cretto di Burri fa da sfondo alla sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Laura Biagiotti e i colori degli abiti si declinano sulle nuances dell'arte spaziando dall'immancabile bianco (dal gesso all'avorio degli impeccabili tailleur) fino alle luminosità dei maxi-pull impreziositi con ricami di cristalli. In pedana, poi, si susseguono cappe, cappotti e molti ponchos da indossare con il pantalone di velluto e con il pullover vagamente oversize a trecce. "Il bello - commenta la designer - è raccontare la moda, come fanno tutte le donne, col gesto d'arte del vestirsi".

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Laura Biagiotti.

  • Salvatore Ferragamo: asimmetrie anni 90

    Stampe e asimmetrie nei look che hanno sfilato sulla passerella Salvatore Ferragamo. © Imaxtree,com

     

    Fulvio Rigoni immagina la donna Salvatore Ferragamo per l’Autunno/Inverno 2017-2018 prendendo spunto da due decenni della moda che fu. S’inizia dalle citazioni anni 40 che dettano le linee per le gonne longuette e per i gilet lunghi in piumino dal collo alto. Si passa, quindi, al più recente stile anni Novanta protagonista nei tagli delle sottovesti minimal, degli abiti in maglia aderentissimi (da portare con scialli voluminosi), dei cappotti a matita (con i grandi colli di pelliccia) e, soprattutto, delle gonne dritte di pelle che si stringono sulla vita ma sono rese "più pratiche" dagli spacchi profondi. Da segnalare, poi, la personale reinterpretazione del maculato che appare - in negativo - declinandosi sulle tonalità del celeste e del beige. Risultato? Prezioso.

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Salvatore Ferragamo.

  • Giorgio Armani: eleganza senza tempo

    Giorgio Armani chiude la Settimana della Moda di Milano all'insegna dell'eleganza senza tempo. © Imaxtree.com

     

    Giorgio Armani chiude - come d'abitudine - la Settimana della Moda di Milano ma, prima di lasciare il testimone delle sfilate moda donna a Parigi, conquista con una collezione incentrata sull'eleganza senza tempo. Se la sua iconica giacca è ancora protagonista del catwalk, infatti, per l'Autunno/Inverno 2017-2018 lo stilista sceglie di abbinarla in maniera trasversale tra gonne lunghe di seta, pantaloni alla caviglia e anche lunghi (o lunghissimi) cappotti, sempre e comunque stretti in vita. E sul trionfo del Made in Italy più chic calano i riflettori sulla fashion week meneghina. Tocca a Paris!

     

    Per saperne di più: La sfilata Autunno/Inverno 2017-2018 di Giorgio Armani.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.