Condilomi: sintomi, cura e contagio

Agosto 2017

I condilomi, chiamate verruche genitali, sono dei piccoli tumori cutanei che si localizzano a livello degl’organi genitali o all’estremità dell’ano. Essi sono legati al papilloma virus (HPV), ad origine sessualmente trasmissibile. Esistono diversi tipi di condilomi, condilomi acuminati, verruche papulose e verruche piane.


Sintomi

Può passare qualche anno prima delle prime manifestazioni sintomatiche. Il soggetto in questione può essere contaminato, portatore della malattia e non presentare sintomi. In generale, non presenta altre manifestazioni cliniche a parte la presenza di verruche, i condilomi stessi, indolore. Esistono due tipi di condilomi localizzati a livello della vagina e la vulva (condilomi genitali femminili); meato urinario del glande, guaina del pene, per i condilomi genitali maschili. I contorni dell’ano, invece, per entrami i sessbi. Nello specifico i condilomi acuminati, chiamate anche creste di gallo, sono di taglia piccola, 1 cm e possono essere diverse dozzine, di colore rosa e molto spesso visibili ad occhio nudo.

Diagnosi

La diagnosi della presenza di condilomi potrà essere completa grazie ad un esame clinico dell’apparato genitale femminile e maschile. Esso consentirà di visualizzare direttamente le lesioni, se visibili. In caso contrario, l’utilizzo di acido acetico potrebbe risultare utile per metterli in evidenza. Tra gli altri esami complementari prescrivibili: raschiamento, prelievo. Un esame anale è consigliato per tutti i pazienti cui si sospetta un condiloma.

Attenzione: esistono due tipi di papilloma virus, uno benigno e uno maligno, pre-cangerogeno, sia nell’uomo, cancro al pene, cancro all’ano; sia nella donna; tumore al collo dell’utero, cancro alla vagina.

Per saperne di più: Papilloma virus: cos'è e quali sono i rischi?

Cura

La cura dei condilomi consiste nell’applicare creme a livello locale oppure nell’ablazione delle lesioni tramite elettrocoagulazione, ossia con l’applicazione di azoto liquido o trattamento laser. Importante risulta avvisare il proprio partner per evitare il contagio.

Contagio

Il virus è contagioso e sessualmente trasmissibile, tramite rapporti sessuali multipli e non protetti. Esso può anche essere trasmesso per vie indirette, con vestiti e intimo infetto, come in sauna o con lesioni di piccola entità della mucosa o irritazioni locali. La patologia colpisce maggiormente tra i 16 e i 25 anni.

Prevenzione

Evitare rapporti sessuali non protetti o comunque usare il preservativo è tra i metodi più efficaci per prevenire il contagio. Avvisare i partner del problema, al fine di prevenirlo e di ricercare altre malattie sessualmente trasmissibili. Effettuare una visita ginecologica e il raschiamento cervico-vaginale, al fine di prevenire e ricercare eventuali lesioni del collo dell’utero, che possono evolversi, trasformandosi in un cancro.

Foto: © designua/123RF

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da . Tradotto da ClaudiaScarciolla. Ultimo aggiornamento 20 dicembre 2016 alle 14:06 da GraziaFontana.
Ce document intitulé «  Condilomi: sintomi, cura e contagio  » issu de Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) est mis à disposition sous les termes de la licence Creative Commons. Vous pouvez copier, modifier des copies de cette page, dans les conditions fixées par la licence, tant que cette note apparaît clairement.