Sieropositivo: sintomi sieropositività

Dicembre 2017

Il termine sieropositivo è usato di frequente per disegnare lo stato sierologico di persone infette dal virus d’immunodeficienza umana, HIV. Ecco alcuni chiarimenti in merito.


Sieropositività

Nel linguaggio medico, la sieropositività si riferisce a un risultato di un esame sierologico destinato a depistare, diagnosticare alcune malattie autoimmuni o infettive. Nel linguaggio corrente, la sieropositività è di frequente associata al virus HIV (virus dell’immunodeficienza umana). In questi casi vi è una mancanza dell’anticorpo HIV, nel sangue, che indica che il paziente è affetto dal virus e che può trasmetterlo a terzi tramite il contatto con il sangue, con il liquido seminale (sperma), con secrezioni vaginali e latte materno.

Test HIV

Esistono vari centri che effettuano il test dell’HIV e che offrono un supporto a coloro che ne sono affetti. Per informazioni basta consultare anche il proprio medico curante.

Risultati

La presenza degli anticorpi HIV risulta negativa durante le prime 2 o 3 settimane dopo l’infezione dal virus. In caso di sierologia positiva è necessario confermare il risultato effettuando un secondo test.

Sieropositivo HIV e AIDS

L’AIDS o sindrome d’immunodeficienza acquisita, è una forma tardiva dell’infezione da HIV. Essa corrisponde all’indebolimento del sistema immunitario dell’organismo, a causa della distruzione dei linfociti T4. Lo stadio in cui verte l’AID è marcato dallo sviluppo di malattie dette “opportuniste”, quali candidosi, infezione polmonare e dell’apparato digerente, tubercolosi. Alcuni trattamenti antivirali associati consentono di rallentare l’evoluzione della malattia ad uno stadio AIDS (è il caso della terapia triplice).

Sono sieropositivo

Annunciare la propria sieropositività ai propri parenti è una tappa difficile che necessita di supporto. Molti i centri e le associazioni che si occupano proprio di malati di AIDS, disponibili 24h su 24h, che consentono gratuitamente di mantenere l’anonimato, un certo grado di confidenzialità.


Foto: © Howard Klaaste - Shutterstock.com

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da p.horde. Tradotto da ClaudiaScarciolla. Ultimo aggiornamento 17 ottobre 2016 alle 12:05 da MarziaChiriatti.
Il documento intitolato «Sieropositivo: sintomi sieropositività» dal sito Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.