Acidi grassi - Definizione

Aprile 2017

Gli acidi grassi sono le principali molecole che costituiscono i corpi grassi o i lipidi. Esistono una quarantina di acidi grassi diversi tra i quali distinguiamo in particolare gli acidi grassi saturi, essenziali e insaturi.


Metabolismo acidi grassi

Gli acidi grassi si ritrovano sotto forma liquida (gli oli) o solida (i grassi) e sono costituiti principalmente da trigliceridi. Essi attraversano la circolazione linfatica per raggiungere quella sanguigna e vengono successivamente immagazzinati in alcune cellule chiamate adipociti. Gli acidi grassi sono separati in più parti sotto l’azione degli ossidanti e i glucidi vengono dissolti. Se gli adipociti contengono troppi acidi grassi si ispessiscono troppo e si dissolvono male, trasformandosi in seguito in colesterolo.

Tipi

A seconda del loro tipo, gli acidi grassi giocano dei ruoli diversi e più o meno importanti nell’organismo. Essi rappresentano soprattutto una risorsa di energia molto importante per le cellule del corpo umano. Gli acidi grassi provengono in larga misura dall’alimentazione ma alcuni di loro possono anche essere sintetizzati naturalmente dall’organismo.

Acidi grassi saturi

Gli acidi grassi saturi sono degli acidi grassi che presentano dei legami carbonici semplici. In una giusta quantità, gli acidi grassi saturi sono benefici per l’organismo grazie al loro rifornimento energetico e all’apporto di vitamine A, D, E e K. Al contrario, se consumati in eccesso, gli acidi grassi saturi favoriscono l’aumento di peso e il rischio delle malattie cardiovascolari. Tra le principali risorse di acidi grassi saturi si possono citare: il burro, i salumi, la carni grasse e i formaggi.

Acidi grassi insaturi

Gli acidi grassi insaturi fanno parte della famiglia degli acidi grassi e comportano uno o più legami carbonici. Si possono distinguere così rispettivamente gli acidi grassi monoinsaturi e gli acidi grassi polinsaturi. Gli acidi grassi insaturi hanno numerose funzioni importanti nell’organismo soprattutto perché giocano un ruolo importante nella sintesi ormonale e per la lotta contro l’ipertensione arteriosa. Le principali fonti alimentari di acidi grassi insaturi sono gli oli vegetali, la carne, il pesce grasso e le uova.

Acidi grassi essenziali

Gli acidi grassi essenziali formano una categoria di acidi grassi, più precisamente di acidi grassi polinsaturi. Esistono due grandi tipi di acidi grassi essenziali: gli acidi grassi omega 3 e gli omega 6. Gli acidi grassi essenziali non possono essere sintetizzati direttamente dall’organismo. Tuttavia essi hanno dei ruoli molto importanti poiché lottano contro i disturbi cardiovascolari e l’ipertensione. La sola soluzione dunque è quella di assorbirli tramite l’alimentazione (pesce grasso e oli vegetali) o attraverso dei complementi alimentari.

Acidi grassi furanici

Tra gli acidi grassi, gli acidi grassi furanici si trovano nei crostacei, nella parte grassa del fegato del pesce e del vitello e in alcuni coralli, chiamati gorgoni. Nell’uomo, gli acidi grassi furanici sono presenti nei trigliceridi del colesterolo, nel sangue. Una volta digeriti, gli acidi grassi furanici sono eliminati dalle urine. Gli acidi grassi furanici sono degli antiossidanti indispensabili per la salute cardiovascolare e Il ruolo organico degli acidi grassi furanici è quello di preservare le cellule dall’azione dei radicali liberi.

Acidi grassi trans

Gli acidi grassi trans formano una categoria di acidi grassi insaturi, il cui doppio legame carbonico è in configurazione “trans”. In altri termini, gli atomi di idrogeno non sono dello stesso lato della molecola. Questa configurazione esiste in natura (acidi grassi trans naturali) ma risulta molto spesso da un procedimento industriale che mira ad aumentare la speranza di vita degli oli vegetali (acidi grassi trans sintetici). Gli acidi grassi trans sono presenti in molte preparazioni dell’industria alimentare: piatti preparati, caramelle, cereali, ecc. In poca quantità essi non risultano pericolosi per l’organismo mentre se assunti in quantità più elevate aumentano i rischi di malattie cardiovascolari.

Acidi grassi volatili

Gli acidi grassi volatili sono degli acidi grassi (60% di acido acetico, 20% di acido propionico, 15% di acido butirrico e di acido valerianico soprattutto) prodotti dalla flora intestinale dei ruminanti e sono i prodotti principali provenienti dall fermentazione batterica delle fibre nel loro apparato digerente. Se la dose di fibre aumenta, l’intestino produce più acidi grassi volatili. Nell’uomo un accumulo di acidi grassi volatili può essere responsabile di alcune patologie neurologiche.

Potrebbe anche interessarti

L'articolo originale è stato scritto da . Tradotto da MarziaChiriatti.
Ce document intitulé «  Acidi grassi - Definizione  » issu de Magazine Delle Donne (magazinedelledonne.it) est mis à disposition sous les termes de la licence Creative Commons. Vous pouvez copier, modifier des copies de cette page, dans les conditions fixées par la licence, tant que cette note apparaît clairement.