Fratelli e sorelle: 6 trucchi per farli smettere di litigare

Ludovica Riccardi
I vostri figli passano il tempo a litigare? Per far andare d'accordo fratelli e sorelle, seguite i nostri consigli! 

Con dei piccoli metodi i vostri figli potranno smettere di litigare. La regola principale è mostrare il vostro amore ad entrambi.


1) Non intervenite sistematicamente

I genitori hanno spesso tendenza a intromettersi nei litigi dei figli. Ma quando si tratta di un conflitto non grave, senza derive, è meglio che fratelli e sorelle si spieghino da soli. Può essere che trovino da loro la soluzione al loro disaccordo. È anche un buon modo per insegnar loro a comunicare, negoziare, condividere... l'intervento di un genitore, invece, rischia di innervosirli ancora di più.

Le liti possono capitare. Ma insultarsi o picchiarsi è fuori discussione! Fate osservare queste regole, perché litigare non significa non rispettare l’altro, ed è importante che i vostri figli lo capiscano. Possono alzare un po’ la voce, non essere d’accordo l’uno con l’altro, sempre rispettandosi reciprocamente. Separateli se arrivano alle mani, senza farvi coinvolgere per non accentuare la tensione.  

2) Non schieratevi con nessuno

“Ha iniziato lui!” “No, è lei che ha preso il mio peluche!”... come potete sapere chi ha ragione? Agire prendendo la difesa di uno di loro può portare a incomprensioni e tensioni. Inoltre, a volte, i litigi nascono col solo scopo di provocare gli adulti: se i genitori non reagiscono, la discussione finisce da sola.

Quanto a intervenire prendendo le parti di qualcuno, è anche difficile dirsi di dare ragione una volta a uno una volta all’altro. Come fare perché nessuno si senta ferito, come evitare di suscitare una gelosia? Potete ascoltare i vostri figli, naturalmente, se lo chiedono, sempre restando neutrali o cercando di trovare una soluzione che convenga a tutti, se è quello che vi chiedono. 

3) Dedicate del tempo a entrambi

I litigi possono essere un sintomo di gelosia tra fratelli. Si litiga per un oggetto, ma anche per l'amore dei genitori. Dimostrate ai vostri figli che volete bene a tutti allo stesso modo, e che il vostro amore non è una cosa per cui litigare.

Passate del tempo con i vostri bambini, del tempo solo per loro, durante il quale potranno giocare con voi, sedersi per leggere una storia, aiutarvi a preparare un dolce... la cosa più importante è che possano essere allo stesso tempo insieme e con voi, per condividere dei momenti piacevoli. 

Cercate anche di concedere a ciascuno un momento solo per lui. Queste sono le occasioni più propizie agli aneddoti, alle confidenze, a una condivisione con il papà o la mamma e non con fratelli e sorelle. I vostri bambini capiranno che, anche individualmente, avranno sempre un posto nel cuore dei genitori.

4) Distraeteli!

Coglieteli di sorpresa per calmare la lite! Perché non organizzare una battaglia di cuscini? O magari impossessarvi per gioco dell’oggetto del conflitto quando è un giocattolo? Ecco cosa vi permette di far sfogare i vostri bambini e di farli ridere. La risata smorza molte situazioni e permette di sdrammatizzare. Approfittatene! Smetteranno di chiedersi chi ha iniziato e perché: conterà soltanto il fatto di divertirsi insieme. Attenzione, tuttavia, a non far degenerare il gioco: state attente ai loro segni di nervosismo e orientateli verso un’attività più calma che potranno poi proseguire insieme quando sentite che la tempesta è passata. 

E rinfrescarsi le idee, perché no? Fare un giro al parco (sempre che faccia bel tempo) potrà aiutarli a calmarsi. Hanno bisogno di sfogarsi? Si riconcilieranno fra scivoli e altalene, o camminando un po’ in mezzo al verde. 

5) Aiutateli a trovare dei punti in comune

Ai vostri occhi, i vostri figli non fanno altro che litigare per tutto il giorno e lo dicono loro per primi? Perché non dimostrare loro che hanno più cose in comune di quanto pensino? Per esempio entrambi amano il calcio, o il disegno...

Oppure i vostri figli possono aiutarsi l'un l'altro, in base alle proprie capacità. È un modo per aiutarli a conoscersi meglio e ad aprirsi all'altro. 

6) Invertite i ruoli

Il primogenito, il figlio di mezzo, il piccolino... ogni tanto, ribaltate i ruoli! Coccolate il figlio maggiore e date delle nuove responsabilità ai più piccoli. Nessuno deve sentirsi messo da parte dai genitori.

Fate loro dei regali diversi e soprattutto personalizzati, per evitare i confronti. Farli sentire unici e speciali li renderà orgogliosi e sederà le liti. 

Copyright foto: Istock

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.