Bonus nonni: come funziona e quali sono i requisiti?

Eleonora Chiais

Il Bonus nonni prevede l'ipotesi di istituire uno sconto Irpef (al 19%) per alcune spese sostenute dai nonni verso i nipoti. Ecco come funziona e quali sono i requisiti.
 

Il bonus nonni è tra i 4mila emendamenti proposti alla Legge di Bilancio 2018. Se dovesse diventare realtà porterebbe allo sconto Irpef del 19% per alcune delle spese sostenute dai nonni in favore dei nipoti. © Olena Yakobchuk/123rf


Bonus nonni: di cosa si tratta? Questa proposta, che per ora rientra tra i quasi 4mila emendamenti proposti alla Legge di Bilancio 2018 (tra cui quelli per il rinnovo del bonus bebè 2018 e il cosiddetto bonus figli natalizio), è al vaglio del Senato e prevedrebbe uno sconto Irpef al 19% per i nonni che si facciano carico di alcune spese dei loro nipoti. Proposto da Alternativa Popolare, questo emendamento, sarebbe orientato ad aiutare i nonni che volessero farsi carico di spese scolastiche, spese legate ad attività sportive, affitti fuori sede e spese universitarie, spese mediche e spese assicurative dei loro nipoti. Ecco cosa c'è da sapere.


Aiuti fiscali ai nonni: cosa c'è da sapere

Non ancora effettivo, il bonus nonni 2018 è - come si diceva - al vaglio del Senato ma la sua proposta è stata dettata dalla considerazione che, in questo periodo più che mai, i nonni spesso si trovano ad aiutare le giovani famiglie anche economicamente. Per venire incontro alle necessità dei nonni, quindi, è stato proposto di introdurre anche per loro lo sconto Irpef al 19% (già previsto per le spese sostenute dai genitori per i propri figli). Allo stato attuale della cose, comunque, un aiuto ai nonni è già previsto ma i limiti sono molto più stretti. La legge vigente, infatti, prevede che i nonni possano richiedere la detrazione dalle tasse per le spese previste in favore dei nipoti quando questi siano conviventi o "a carico" dei nonni (con un reddito annuo inferiore a 2840,051 €). I nonni, poi, hanno diritto alla detrazione anche se ad essere a carico sono i figli (con la medesima soglia di reddito) e, in questo caso, possono usufruire della detrazione anche per le spese di nuora (o genero) e nipote (o nipoti) entro gli stessi limiti.


Bonus nonni 2018: requisiti e modalità

Se il bonus nonni 2018 dovesse diventare realtà, però, la situazione potrebbe cambiare perché la detrazione Irpef verrebbe riconosciuta per tutti i parenti in linea diretta che, così, avrebbero alcuni dei vantaggi economici già riconosciuti ai genitori con figli a carico. Tra questi, quindi, rientrerebbero le spese mediche e assicurative, quelle scolastiche e universitarie, quelle per attività sportive e quelle per affitti fuori sede. Per il momento comunque, e val la pena di ripeterlo, il bonus nonni 2018 è solo una proposta: l'emendamento, come tutti gli altri, è infatti al vaglio del Senato e l'eventuale conferma definitiva della sua attualizzazione arriverà solo il prossimo 21 novembre con l'approvazione definitiva della Legge di Bilancio 2018.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.