Ricomincio da quattro: Adriana, mamma multitasking

Eleonora Chiais

Adriana, mamma di tre figli e blogger per passione, ci ha raccontato di quando ha mollato tutto per ricominciare la sua vita "da quattro" (e ci ha regalato qualche consiglio semi-serio per la sopravvivenza delle mamme multitasking).

Tre figli, un compagno e un blog di successo Adriana è anche autrice del libro Mamma planner. © Ricomincio da quattro


Tre figli, un compagno e un blog di successo: Adriana è la blogger di Ricomincio da quattro dove - con ironia e freschezza - racconta i segreti dell'organizzazione di casa accostando ghiotte ricette, consigli di "sopravvivenza domestica" e qualche riflessione personale. Noi del Magazine delle Donne l'abbiamo incontrata e lei - autrice, tra l'altro, del libro Mamma planner - ci ha spiegato che "sopravvivere alla ragnatela degli impegni quotidiani" non solo è possibile ma, specialmente per le mamme, è indispensabile (e soprattutto ci ha spiegato come fare!).


Tre figli, un compagno e un blog: come (e perché) nasce l'avventura "Ricomincio Da Quattro"?

"Ricomincio da quattro nasce quando in famiglia siamo diventati quattro, ecco perché si chiama così. Quando sono rimasta incinta del mio secondo figlio, mi sono trasferita e ho venduto la mia attività. Una nuova città, nuova casa, nuova vita, tutto da ricominciare. Ho letteralmente ricominciato da quattro. Mi sono ritrovata da una vita sempre in giro per l’Italia, a una in giro per una nuova casa. Una casa popolata da due bambini, tanti pannolini, tante pappe, poco sonno. Avevo bisogno di fare qualcosa, soprattutto di condividere la mia esperienza, di confrontarmi con qualcuno. Avevo bisogno di “parlare” con qualcuno che ci fosse sempre. Così ho aperto un blog. Nel web c’è sempre qualcuno, a qualsiasi ora".


Nel 2015 hai pubblicato "Mamma planner": da mamma a mamma, è davvero possibile organizzarsi in modo da avere del tempo per sé?! Qual è il segreto?

"Da mamma a mamma ti dico sì, è possibile. Il segreto si chiama istinto di sopravvivenza. Io ho imparato a organizzarmi per sopravvivere alla ragnatela degli impegni quotidiani. Il tempo per noi stesse è un diritto, dobbiamo pretenderlo!".


Curiosando nel blog dedichi molto spazio ai menù adatti ai piccoli e, specialmente, alla colazione: qual è quella perfetta per Natale?

"Adoro la colazione! Io mangerei solo a colazione e credo di aver passato questa sana passione anche ai miei figli. La colazione di Natale, ahimè, non può essere ricchissima come quella di tutti i giorni perché ci aspettano pranzi, o cene, molto sostanziose. Io consiglio una macedonia di tre frutti differenti con aggiunta di semi oleosi, magari tutto frullato, e un bicchierone di latte o yogurt. In questo modo si riesce ad arrivare all’ora di pranzo senza avere troppa fame e con lo stomaco pronto per essere riempito a dovere! Questa è la teoria. La pratica è tutta un’altra cosa. Quale bambino ha tempo il giorno di Natale per fare colazione? E quale genitore riesce a sedersi per una colazione più lunga di un caffè il giorno di Natale? Ci sono giochi da scartare, castelli da montare, robot da attivare, non si può perder tempo!".


Giochi e vestiti che non possono mancare per i piccoli di casa: cosa consigli di impacchettare per Natale

"Per quanto riguarda i giochi, un must per i maschietti è una macchina telecomandata, almeno a casa mia, ne ricevono circa 3 ogni Natale. Per le bambine una bella bambola, come una principessa dei cartoni. Elsa è di gran moda e attorno a lei c’è un mondo! Inoltre non devono mancare libri e tanti pastelli colorati. Per i più grandicelli, invece, meglio sondare il terreno. Con i videogiochi siete in una botte di ferro. Per quanto riguarda i vestiti non possono mancare un capo rosso, uno oro, uno bianco, qualche glitter e papillon. Maglioni con alberelli decorati, renne e babbi Natale.


Quali sono i tuoi propositi per il prossimo anno?

"Domanda di riserva? Ogni fine anno ho una lista infinita di buoni propositi che puntualmente vanno a sommarsi con quelli dell’anno prima e prima ancora. Se riesco, porto a termine quelli del 2016, e sarebbe già un successo. Scherzo. Per il 2017 vorrei riuscire a dare la giusta priorità a chi la merita. Sembra scontato ma riuscirci è difficilissimo".

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.