Scuola primaria: come funziona l’accoglienza?

Eleonora Chiais
Il primo giorno di scuola primaria è importantissimo sia per gli insegnanti che per gli allievi (e per i loro genitori): ecco cosa aspettarsi.

Scuola primaria: come funziona l'accoglienza del primo giorno di scuola? La scelta spetta agli insegnanti ma i genitori possono iniziare con un po' di anticipo.


Lo dice la neuroscienza e lo ripetono gli insegnanti di ogni ordine e grado: l’accoglienza del primo giorno di scuola è fondamentale per creare un ambiente collaborativo, specialmente quello di scuola primaria che rappresenta - per i più piccoli - un debutto assoluto nel mondo dell’istruzione. Cosa aspettarsi quindi dall’accoglienza che i docenti riserveranno ai loro giovani allievi? 

Scuola elementare: il benvenuto

Per organizzare al meglio il benvenuto delle nuove leve alle scuole elementari, gli insegnanti normalmente lavorano d’anticipo preparando cartelloni ad hoc o piccoli lavoretti da fare insieme durante le prime ore da trascorrere tra i banchi. Questi generalmente riguardano le presentazioni dei singoli studenti e degli insegnanti (dal nome agli interessi passando per le vacanze appena concluse e, eventualmente, per hobby, sport e passatempi preferiti). Insomma: uno scambio di informazioni che aiuterà tutti a sentirsi a proprio agio, intessendo nuove relazioni e facendosi conoscere per quelle che sono le inclinazioni. 

Prima elementare: gli obiettivi didattici

Nella stessa mattinata, o nei giorni immediatamente successivi, poi, i docenti presenteranno alla classe gli obiettivi da raggiungere nell’anno scolastico illustrando agli scolari che cosa si farà in concreto a scuola. Per preparare al meglio i piccoli di casa al debutto, quindi, potrà essere utile parlare con loro invitandoli a descriversi e stimolando la loro curiosità sugli argomenti e sulle materie che si troveranno ad affrontare. In questo senso per i genitori che si muoveranno con un po’ di anticipo potrà essere utile spronare i figli a dare un primo sguardo agli obiettivi didattici della scuola che frequenteranno: in questo modo gli argomenti suoneranno, fin da subito, un po’ più familiari e tutto inizierà nel migliore dei modi. 

Copyright foto: tan4ikk/123rf 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.