Dieta proteica per dimagrire: funziona?

Cristina Piotti

Dieta proteica dimagrante: si pensa che sia una soluzione a tutti i mali (di peso) ma non è così. Il rischio, anzi, è e riprendere tutto il peso perduto e qualcosa in più. Ecco perché.
 

Dieta iperproteica dimagrante: inutile credere ai miracoli. Non è un regime sano. © Oleksandr Prokopenko / 1223RF


Le proteine per dimagrire? C’è che pensa che abbondare con carne, pesce e uova a scapito di pane, pasta e dolci, produrrà il magico effetto dimagrante. Ma non è detto.


Dieta proteica per dimagrire velocemente: è vero? 

Diete proteiche, l’eterna illusione di dimagrire velocemente. In parte è vero, il problema è che appena si torna a mangiare carboidrati (che non si possono togliere del tutto dalla dieta, altrimenti si rischiano problemi seri di salute) si riprenderanno, inesorabili, i chili persi. Importante sarebbe invece scegliere una dieta equilibrata da associare ad una corretta attività fisica.


Le diete proteiche

Le diete iperproteiche più famose sono ad esempio, la Dieta Dukan, ma anche la Dieta Atkins, oppure la Scarsdale. Vengono chiamate dagli statunitensi high proteins low carbs, ovvero come si diceva diete iperproteiche e a basso contenuto di carboidrati e grassi. Producono un indiscutibile effetto “sgonfiante” e anche in qualche caso dimagrante, ma prima di tutto terminato il periodo della dieta (che non può essere mantenuta troppo a lunga, perché le controindicazioni sono tante) si riprenderanno i chili. E non è detto che si riesca ad arrivare in fondo al programma della dieta, che è sempre monotona e, come tale, non invoglia a proseguirla.


Esempio di dieta proteica

Un esempio di dieta proteica per dimagrire è quella che predilige le fonti di proteine rispetto ai carboidrati: contrariamente alla classica proporzione della Dieta Mediterranea, che prevede il 60% di carboidrati, il 20-30% di grassi e il 15-10% di proteine, i primi si riducono al 25% (in qualche caso anche meno) a favore delle proteine.


Menu

Una dieta a base di proteine, se proprio si vuole seguire, va quantomeno portata avanti sotto stretto controllo medico e bevendo almeno due litri di acqua al giorno. La dieta delle proteine a colazione inizia con latticini, frutta secca oppure uova e prosciutto. A pranzo una carne magra oppure pesce con una insalata, a cena risotto oppure zuppa di legumi.


Dieta proteica: i rischi

Dieta solo proteine: attenzione. I rischi sono tanti e spesso gli esperti la sconsigliano. Il primo motivo, come già detto, è che i risultati sono nella maggior parte dei casi passeggeri e l’effetto yo-yo non è mai salutare. Il secondo motivo è che da una parte tagliando i carboidrati si rischiano carenze nutrizionali, dall’altro un eccesso di proteine potrebbe portare ad un affaticamento renale.

Annunci Google

Nessun commento per il momento.