Stomatite: che cos'è?

Cristina Piotti
Quelle piccole piaghette nella bocca che ci danno spesso fastidio, che origini hanno? Si chiamano stomatiti e ce ne parla la nostra esperta.

Stomatiti, piccole piaghe nella bocca con tante origini diverse.


Un nome curioso, stomatiti, per un disturbo che conosciuamo fin troppo bene: quelle fastidiose piccole e bianche piaghette, o afte, che colpiscono guance, labbra, lingua. Ma qual è la causa, come si curano e come si creano? Ce lo spiega la dottoressa Linda Castellazzi, specializzata in Ortognatodonzia e Chirurgia Orale e in particolare nei disturbi Cervico-cranio-facciali.

Cosa sono le stomatiti?

Per stomatiti si intendono le patologie della mucosa del cavo orale. Molte di esse interessano contemporaneamente sia la cute sia la mucosa orale. Bisogna distinguere tra stomatiti legate a fattori eziologici locali (che possono essere stimoli infettivi, traumatici o tossici) e quelle che sono manifestazioni locali di malattie sistemiche di natura infettiva (come l'Herpes Zoster o la scarlattina), dismetabolica (cioè malattie legate a processi metabolici alterati come il diabete), disormonale (cioè carenze ormonali), carenziale (con mancanza di vitamine, come nell'ipo e avitaminosi), disimmune (cioè con particolari stati del sistema immunitario) o infiltrative.

Quali sono le cause?

Come abbiamo appena visto, le cause possono essere davvero molto diverse. Possono essere genetiche, oppure legate ad agenti fisici, come delle lesioni. A volte anche dei farmaci possono essere implicati, così come agenti infettivi, ad esempio l'Herpes Simplex, l'Herpes zoster, la varicella, le verruche, o i papillomi). Ancora, le stomatiti possono essere dovute ad agenti batterici, come la scarlattina o funghi, come nel caso della candida. Ma possono essere anche la spia di alterazioni del metabilismo, ad esempio nel caso di gastriti, o diabete. Oppure, più semplicemente, a una carenza di vitamine, o carenza di ferro. E altre cause ancora, che valuterà lo specialista.

Come si curano?

Essendo le stomatiti un gruppo molto eterogeneo di patologie, la cura dipende dal tipo di stomatite; si possono usare semplici collutori a base di antibatterici come la clorexidina, gel e prodotti desensibiizzanti e protettivi, a base di vitamina A, vitamina E, acido retinoico, collagene, biostimolanti, terapia antivirale topica e sistemica, cortisonici topici e locali. Il medico può anche prescrivere degli antibiotici topici e locali e complessi multivitaminici. Spesso è necessario prescrivere esami detti ematochimici, e ulteriori accertamenti, se si ha il sospetto che le stomatiti siano manifestazioni di altre patologie.

Esiste una predisposizione?

Esiste una predisposizione genetica per alcune stomatiti e altre dipendono da un'alterata risposta del nostro sistema immunitario. Alcune possono essere influenzate da stress, stati carenziali come disvitaminosi, carenza di folati, vitamine del gruppo B. Ma possono dipendere anche, ad esempio, da farmaci, fumo, alcool, cibi irritanti e piccanti, traumatismi di qualunque tipo quali morsicature o danni da protesi dentali incongrue. Quello che si può fare è evitare tutti i fattori irritanti locali e sistemici, che possano danneggiare il normale trofismo e turnover delle mucose. Bene quindi usare sostituti salivari neutri in caso di carenza di saliva, che ha un ruolo fondamentale nel  nutrire e umettare il cavo orale.

Copyright foto: Fotolia

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.