Come togliere la cellulite: 10 miti (e verità)

Cristina Piotti
Come togliere la cellulite? Le creme funzionano? Esistono soluzioni definitive? Ecco miti e verità riguardanti cellulite, pelle a buccia d'arancia e smagliature. 

Come togliere la cellulite? Un problema diffuso, ma bisogna stare attente a miti e false leggende.


Come togliere la cellulite? Tranquille, siete in buona compagnia. Si tratta infatti di una condizione che riguarda il 90% di noi donne. Motivo per cui, statistica alla mano, prima o poi tutte, tranne rari ed eccezionalmente fortunati casi, devono farci i conti. Colpa del tessuto connettivale: la cellulite è infatti una alterazione patologica dei tessuti cutaneo e sottocutaneo. Un problema così comune, tuttavia, continua ad essere circondato da miti e qualche inaspettata leggenda. Ecco quello che, ad oggi, sa dire (e smentire) la scienza.

Mito: la cellulite è causata dalle tossine

Alcuni prodotti e integratori reclamizzano la capacità di rimuovere tossine e impurità dal corpo. Peccato che nessuna ricerca scientifica correli cellulite e tossine

Verità: la cellulite è genetica

Si tratta di un dato di fatto: se mamma e nonna soffrono di cellulite, hai maggiori possibilità di avere lo stesso problema. La genetica è però solo uno degli aspetti legati alla cellulite: incidono anche dieta e stile di vita (quindi fumo, sedentarietà, stress). 

Mito: ci sono creme per togliere la cellulite

Le creme, che agiscono a livello topico, possono dare enormi benefici, migliorare la circolazione sanguigna e aiutare a combattere gli accumuli di grasso. Ma si tratta per lo più di una sorta di body contouring. Migliorano la texture e la grana della pelle, che appare meno avvallata.

Verità: l'età incide sulla formazione della buccia d'arancia

Gli ormoni hanno un ruolo molto importante nel processo che porta alla nascita della cellulite. L'avanzamento d'età significa meno estrogeni, quindi meno collagene e più rischi per il tessuto connettivale.

Mito: meglio uno sport intenso per eliminare la cellulite

Meglio attività non troppo intense, come marcia veloce e acquagym, piuttosto che corsa e spinning ad alta intensità. Sport faticosi e senza interruzioni sono al bando: secondo molti specialisti l'acido lattico peggiora il problema e si rischiano microtraumi al tessuto adiposo.

Verità: più sport, meno cellulite

Appunto. Fare regolarmente esercizio, sviluppare una muscolatura tonica, migliorando così circolazione ed elasticità dei tessuti, porterà dei benefici, rendendo la cellulite meno evidente. 

Mito: la liposuzione funziona sempre contro la buccia d'arancia

Si tratta di un intervento chirurgico, quindi richiede pazienti idonee a finire sotto i ferri. Ed è indicato solo quando le adiposità sono localizzate, principalmente su cosce e fianchi. Tuttavia laser, onde d'urto, radio frequenza e alcune tecniche di massaggio, come il linfodrenaggio, funzionano bene sul breve e medio periodo, migliorando l'aspetto generale.


Verità: l'alimentazione aiuta a combattere la cellulite

Una dieta ricca di antiossidanti aiuta a disinfiammare. E bere acqua, o mangiare cibi che ne sono ricchi, favorisce la diuresi ed evita l'accumulo di liquidi. Meglio, per contro, limitare il sale.

Mito: ci sono pantaloni anti-cellulite

Guaine, pantaloncini, intimo shaping possono ridurre l'aspetto del giro vita e, come nel caso delle creme, favorire alcuni effetti ottici, grazie ai principi stimolanti contenuti in alcuni di questi prodotti. Ma non sono miracolosi, per perdere davvero peso bisogna fare attività fisica. E quanto alle proprietà anticellulite, abiti troppo stretti e attillati non favoriscono la corretta circolazione del sangue.

Verità: il fumo peggiora la cellulite

Il fumo è un cosiddetto fattore d’invecchiamento cutaneo, perché riduce la produzione di collagene e aumenta quella dei radicali liberi, peggiorando l'aspetto dei tessuti.

Copyright foto: Istock

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.