Cantine Aperte 2017: il programma all'insegna dell'enoturismo

Giulia Vola

Il 27 e il 28 maggio 2017 va in scena la 25esima edizione di Cantine Aperte, la kermesse all'insegna dell'enoturismo: un programma ricco di attività e all'insegna della solidarietà.

Cantine Aperte ritorna con le degustazioni enogastronomiche in circa 800 cantine in tutta Italia. © goodluz/123RF


Cantine Aperte: 25 anni e tanta solidarietà

Cantine Aperte è molto più di un week end alla scoperta dei migliori vini d’Italia: dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, la manifestazione giunta alla 25esima edizione che anima l’ultimo week end di maggio (27 e 28) ha un cartellone costellato di attività. Ci sono quelle all’aria aperta - tra trekking, eco e mountain bike -, c’è la musica rock, pop, folk e jazz e c’è la poesia, l’arte e la fotografia. Naturalmente, il fulcro dell’evento del Movimento Turismo del Vino (MTV) sono le degustazioni enogastronomiche dei prodotti tipici dei territori: circa 800 le cantine aperte che, anche nel 2017, sono pronte ad accogliere appassionati e curiosi in una kermesse all’insegna della cultura e della solidarietà.
 
Come sottolinea infatti Carlo Pietrasanta, presidente del Movimento Turismo del Vino, “è la solidarietà il fil rouge della 25esima edizione di Cantine Aperte” che “sostiene i territori colpiti dal terremoto con il progetto Bottiglia Solidale di MTV Marche, per l’acquisto di un’ambulanza destinata alle zone del sisma”. E non è finita qui: “La grande festa del vino chiuderà l’iniziativa MTV per Amatrice, la raccolta fondi lanciata nell’appuntamento di settembre mentre prosegue la collaborazione con Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, a cui doneremo tutto il ricavato proveniente dalla vendita dei calici griffati Cantine Aperte 25”.

Solidarietà che le singole cantine promuovono anche con iniziative indipendenti, vedi quelle a favore dell’Associazione Fibrosi Cistica sostenute dal Trentino Alto Adige e dell’Unicef a favore della campagna Bambini in pericolo, promosse invece da Movimento Turismo del Vino di Friuli Venezia Giulia. Regione, quest’ultima, che  invita a scoprire l’autenticità dell’agricoltura biologica, propone tour in carrozza tra i vigneti, laboratori di orchidee e rose oltre a degustazioni del salame più lungo di Cantine Aperte. Il tutto a passi di milonga di tango.


Cantine Aperte in Toscana: vino e fumetto

In Toscana, invece, la 25esima edizione di Cantine Aperte inaugura il sodalizio con la prestigiosa  Scuola Internazionale di Comics di Firenze, ovvero l’accademia degli aspiranti fumettisti. Domenica 28 maggio, per l’occasione, ci sarà un artista in ogni cantina un artista che, attraverso il fumetto, racconterà il vino.


Umbria, Puglia e Sicilia: Cantine Aperte e sport

All’aria aperta anche le attività delle Cantine Aperte nel cuore verde d’Italia, l’Umbria dove le aziende aderenti propongono pacchetti sport and wine alla portata di tutti: per i più intrepidi voli in parapendio ed elicottero e rafting, per i più attivi nordic walking, per tutti gli altri passeggiate a cavallo senza dimenticare, per tutti, la tradizionale cena “a tavola con il vignaiolo”.

In Puglia (ma solo domenica 28 maggio) va invece in scena il binomio vino-bici così come succede in Sicilia (27 e 28 maggio) dove oltre al vino si va alla scoperta del territorio nei trekking e nei giri in mountain bike, senza dimenticare lo Street Art Wine Fest che richiamerà a Marsala artisti internazionali.


Cantine Aperte, natura e territorio

E ancora: in Veneto da non perdere l’emozionante tour tra le vigne e una visita al Parco regionale dei Colli Euganei, in Piemonte la visita alla scoperta della vinificazione in anfora nei ‘crotin’, le cantine scavate sottoterra, a mano, nel tufo. In Lombardia, invece, Cantine Aperte è l’occasione per scoprire le “sardine non sardine” presidio Slow Food del Lago d’Iseo che per l’occasione vengono accoppiate ai vini della regione. In Campania la rassegna installa in vigna wine&cheesebar, barbeque e scuola di cucina con tanto di laboratorio sulla pasta fatta in casa; nel Lazio, invece, la festa del vino va a braccetto con l’arte, l’artigianato e l’antiquariato. 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.