Sali di Epsom: cosa sono, proprietà e usi

Barbara Leoni

Utilizzati per pelle e capelli, i sali di Epsom sono anche indicati per chi soffre di calcoli al fegato e del dotto biliare. Ecco tutti i benefici.
 

I sali di Epson contro la stitichezza ma anche per il benessere di viso e corpo. © LEE SERENETHOS / 123RF


Digestione lenta e problemi di stitichezza? Ma anche capelli, pelle e perché no, piante. Curarsi e curare con il sale di Epson, detto anche sale inglese, è un ottimo rimedio naturale per la bellezza e per il benessere. Somministrati per la loro azione fortemente purgante, a dosaggi più bassi sono costituiscono un ottimo lassativo, ma le proprietà dei sali di Epson sono molte e diverse.
 

Che cos’è il sale di Epsom

Il sale di Epsom è un minerale del gruppo epsomite e da un punto di vista chimico è essenzialmente solfato di magnesio eptaidrato. Reperibile in natura ma anche prodotto artificialmente, proviene dalla città di Epsom, in Inghilterra, a cui deve il suo nome. Dal sapore abbastanza caratteristico oltre che salato è anche piuttosto amaro, da cui il secondo appellativo di sale amaro. Ha un aspetto cristallino ed il suo colore varia dal bianco, al verde, al rosa a seconda dei metalli che contiene. Scoperto nei depositi di evaporazione delle sorgive di Epsom, fu descritto per la prima volta nel 1824 dal geologo e mineralogista francese François Sulpice Beudant. Da sempre i sali di Epsom sono stati utilizzati per la pulizia intestinale ma oggi se ne fa anche un uso esterno.
 

Sali di Epsom, come usarli?

Uso interno

Da sempre l’impiego del sale inglese purgante riguarda alcune problematiche specifiche: calcoli al fegato, disturbi del dotto biliare, digestione lenta e stitichezza. La depurazione del fegato con i sali di Epsom combatte, infatti, in modo naturale, la stipsi senza creare irritazioni nella mucosa dell’intestino. Dieci grammi di sale di Epson danno origine già ad un effetto purgante molto potente per cui nel loro uso come integratori vanno assunti su prescrizione medica e a basso dosaggio per periodi non eccessivamente prolungati.


Uso esterno: bellezza, bagni e piante

Viso

Ottimi per la pulizia del viso, mezzo cucchiaino di sali di Epsom può essere mescolato con un detergente per un massaggio al viso. Sciacquate poi con acqua calda. Altrimenti utilizzateli per delle maschere di bellezza, adatti sia per le pelli grasse che secche.


Capelli

Volete dei capelli più voluminosi? Aggiungete i sali inglesi al balsamo e tenete l’impacco per venti minuti. Anche come antiforfora il sale di Epsom è un toccasana: abbondate aggiungendo il sale con lo shampoo e massaggiate.


Piedi

Il sale di Epson è indicato anche per i piedi maleodoranti, doloranti ed i talloni ruvidi: metteteli in ammollo in una vaschetta con acqua calda ed un mezzo bicchiere di sali di Epsom per ottenere una pelle più morbida. Volete fare lo scrub? Provate con sale inglese e menta peperita.


Ematomi

Tra le proprietà dei sali di Epsom c’è anche la capacità di ridurre i gonfiori. Per questo, sciolti nell’acqua, sono indicati nel caso di lividi o di distorsioni. Anche per le maledette schegge sono miracolosi: immergete la parte del corpo interessate nei sali inglesi sciolti nell’acqua e la scheggia verrà via in un battibaleno.


Bagni con i sali di Epsom

Stress psicofisico e tensione muscolare? Immergetevi in un bagno caldo con i sali di Epsom. Il solfato di magnesio assorbito dalla pelle, espelle le tossine dall’organismo, permettendo al sistema nervoso di rilassarsi donando una sensazione di sollievo. Inoltre l’effetto esfoliante ed emolliente naturale costituisce un ottimo sistema per mantenere la pelle morbida e pulita. Quindi: due tazze di sali inglese sciolte nell’acqua calda e tuffatevi nella vasca.

 

Sale di Epsom per piante e orto

Aggiungete i sali di Epsom all’acqua nell’annaffiatura per far crescere meglio le vostre piante e tenere lontano i parassiti.


Ulteriori benefici dei bagni secondo l’Epsom Salt Industry Council

I sali di Epsom regolarizzano il battito cardiaco, abbassano la pressione, prevengono l’indurimento delle arterie, riducono il rischio di formazione di coaguli, favoriscono l’assorbimento dell’insulina e delle sostanze nutritive, contribuiscono al miglioramento delle condizioni dei diabetici, mantengono i giusti livelli di calcio nel sangue, eliminano le tossine, favoriscono la produzione di serotonina ed il conseguente rilassamento del corpo, leniscono infiammazioni e crampi muscolari, ossigenano l’organismo, collaborano alla produzione del tessuto cerebrale e delle proteine, prevengono e attenuano cefalee ed emicranie.
 

Controindicazioni

Il magnesio solfato, altrimenti, potrebbe causare squilibri elettrolitici e danni ai reni. Pertanto non va assunto in dosi eccessive e per periodi prolungati. I sali di Epsom sono controindicati per persone che soffrono di patologie renali e sono sconsigliati nel caso di anziani e bambini.
 

Dove comprare il sale di Epsom

Potrete trovare i sali inglesi in farmacia, in erboristeria e online. 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.