Pastafarianesimo: la religione degli spaghetti alle polpette

Marzia_Chiriatti

Nato nel 2005 come una provocazione del fisico Bobby Henderson, il pastafarianesimo è il credo religioso diffuso in tutto il mondo che professa la libertà e il laicismo a suon di condimenti.

 

Il 12 marzo 2012 è stata fondata a Roma la Chiesa Pastafariana Italiana in attesa di riconoscimento dallo Stato.

 

Pastafarianesimo, ovvero pasta e rastafari, spaghetti, polpette, condimenti e pirati, libertà e nessun dogma. Eccoli, gli ingredienti della religione concepita come una parodia dalla mente geniale del giovane fisico dell’università dell’Oregon Bobby Henderson. Uno che oggi, tra il serio ed il faceto, è diventato un profeta. Lui, che nel 2005, ha tratteggiato quel credo-provocazione in risposta alla decisione dello stato del Kansas d’istituire nelle scuole l'insegnamento del Creazionismo alla pari della Teoria evoluzionistica di Darwin in modo che "i bambini potessero farsi un idea da soli sulla realtà delle cose, confrontando diversi punti di vista". Se vale tutto e il contrario di tutto, ha pensato Henderson, allora vale anche la mia teoria.


Dio del Pastafarianesimo: il Prodigioso Spaghetto Volante

È così che ha concepito il Prodigioso Spaghetto Volante (Flying Spaghetti Monster), il dio-beniamino degli affiliati di questo nuovo credo sfacciatamente ironico e nonsense. Un “progettista intelligente”, levitante, fatto di spaghetti e polpette al sugo, sempre ubriaco, che 5mila anni fa, vomitando, ha creato l’universo. Un essere dispettoso che con le sue "spaghettose appendici" altera le datazioni al carbonio 14, un essere che, a causa del suo stato perennemente alterato, ha fatto un lavoro imperfetto. Un essere che non si cura degli abitanti del mondo da lui creato, i pirati, la cui estinzione nel XIX secolo ha provocato terremoti, uragani, il riscaldamento globale e tutti i disastri naturali possibili e immaginabili. Dogma, quest’ultimo, che Henderson usa per dimostrare a chi manipola i dati offrendo grafici a supporto delle teorie, che una correlazione non rappresenta per forza un rapporto di causalità. Insomma, sostiene il fisico, il Pastafarianesimo è una teoria valida quanto quella del Disegno Intelligente, perciò merita anch’esso di essere insegnato a scuola.


Principi del Pastafarianesimo

Dodici anni dopo quel giorno, la sua provocazione volta a smontare i dogmi, è diventata una fede in mezzo mondo professata da adepti che di satirico o parodistico ci vedono poco. Giusto qualche coincidenza. Adepti che si vestono da pirati, che in testa portano uno scolapasta, che frequentano le Pannocchie (parrocchie), che alla fine delle preghiere (inascoltate) dicono “Ramen”, che in terra si rivolgono ai Frescovi e al Pappa e che prendono sul serio gli otto condimenti (comandamenti) “Io preferirei davvero che tu evitassi” dettati dal Prodigioso Spaghetto Volante al Capitano Pirata Mosey sul Monte Sugo. Qualche assaggio? “Io preferirei davvero che tu evitassi di comportarti come un asino bigotto ‘più-santo-di te’ quando descrivi la mia spaghettosa bontà. Se qualcuno non crede in Me, pace, nessun problema!” recita il primo; “Io preferirei davvero che tu evitassi di usare la Mia esistenza come motivo per opprimere, sottomettere, punire, sventrare, e/o, lo sai, essere meschino con gli altri” dice il secondo; “Io preferirei davvero che tu evitassi di giudicare le persone per come appaiono, o per come si vestono, o per come camminano, o, comunque, di giocare sporco, va bene?” spiega il terzo. E via così, in un mix di libertà, tolleranza, empatia, altruismo, pace, amore e laicismo, laddove il sesto invita a destinare i soldi per costruire templi agli affamati, ai malati e alla vita semplice.


Pastafarianesimo: numeri

Contare i pastafariani è impossibile. “Siamo milioni. Miliardi. Un po’ tutti. Pastafariani ci si “riscopre” quando ci si inizia a porre dei problemi” spiega Giacomo Paselli, Frescovo della pannocchia di Padova. In Italia ci sono ufficialmente dal 12 marzo 2012 quando a Roma è stata fondata la Chiesa Pastafariana Italiana che da allora ha organizzato 5 convegni nazionali, diversi sit-in durante le manifestazioni per i diritti civili e dal 2014 raccoglie adesioni per chiedere il riconoscimento ufficiale dallo Stato.

All’estero i fedelissimi adepti del prodigioso spaghetto volante hanno ottenuto il diritto di indossare uno scolapasta su documenti ufficiali in Austria e in Repubblica Ceca - dove la diffusione della dottrina di Henderson ha attecchito maggiormente - mentre in Nuova Zelanda la legge garantisce legittimità alla Chiesa Pastafariana del paese che può officiare con orgoglio e pastosa devozione il matrimonio tra i suoi affiliati. Insomma, se l'appetito vien mangiando, il Pastafarianesimo è solo all'antipasto di quel menù dagli ingredienti che chiunque dovrebbe professare e condividere.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.