Flogosi – Significato

Fai una domanda
Una flogosi indica un' infiammazione che sopraggiunge come meccanismo di difesa del sistema immunitario umano, atto a riparare ad un danno infiammatorio, allergico, infettivo.


Significato

Si parla di flogosi quando l'infiammazione causa un insieme di modificazioni circolatorie nel tessuto colpito, associate al raggruppamento di elementi cellulari e liquido sanguigno. Una flogosi può manifestarsi sotto diverse forme: edema, arrossamento, tumefazione, febbre, dolore localizzato, e può essere di diverso tipo: flogosi cronica, flogosi acuta, flogosi lieve.

Flogosi acuta

La flogosi acuta è un tipo di infiammazione originato da una lesione che tende, generalmente, a guarire in poco tempo. Nel caso in cui essa sopraggiunga,è possibile che si verifichino modificazioni a livello ematologico e vascolare, le quali mettano in modo il meccanismo di protezione del sistema immunitario da parte dei leucociti (globuli bianchi). La flogosi acuta si manifesta a seguito di un' infezione, in presenza di corpi estranei, a seguito di una necrosi cellulare o ipossia.

Flogosi cronica

A differenza della flogosi acuta, a rapida guarigione, la flogosi cronica si protrae nel tempo. Essa può essere il risultato di una flogosi acuta ripetuta o di infiammazioni severe o data dall’esposizione continua a sostanze tossiche. Una flogosi cronica può essere anche originata da patologie che colpiscono il sistema immunitario e che non permettono una rapida guarigione. In termini specifici, in caso di flogosi cronica vi si presenta una sorta di sofferenza dei tessuti nel processo di guarigione, e di conseguenza, una formazione di tessuto connettivo maggiore del normale, che a sua volta può comportare la formazione di fibrosi o sclerosi. La flogosi cronica può essere granulomatosa o non granulomatosa e questo è dovuto al tipo di alterazione a livello immunitario.

Flogosi pap test: cos’è

Come alternativa del termine infiammazione, la flogosi presente nei risultati del Pap Test ginecologico possono indicare la presenza di stati d’infiammazione in corso: quali vaginite, infezioni da gardnerella o da Candida albicans, ecc. I risultati che indicano alterazioni cellulari benigne per flogosi o ad alterazioni cellulari reattive associate a flogosi, che indicano l’aumento dei globuli bianchi, i quali facendo il loro dovere, sono atti combattere un’infiammazione, non grave, in corso (si parla di flogosi granulocitaria). Questo tipo di infiammazioni, flogosi, non sono allarmanti, ma indicano il corretto meccanismo di difesa del collo dell’utero nei confronti di agenti esterni quali batteri, sperma, ecc.

Tipi di flogosi

Essendo un termine generico che indica il processo di difesa immunitaria in caso di infiammazione, la flogosi può essere vaginale, flogosi polmonare, flogosi cutanea, flogosi intestinale, flogosi intensa, flogosi cronica del corion.

Potrebbe anche interessarti