0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Giochi in casa per bambini: passatempi "da tavola"

Con i primi freddi si moltiplicano i pomeriggi da passare tra le mura domestiche: ecco i giochi da tavola adatti ai bambini di ogni età. 
 

Per trascorrere un pomeriggio divertente e domestico con i bambini largo ai giochi da tavola adatti a seconda dell'età. © petro/123rf


I giochi da fare in casa per bambini sono tantissimi e, complici i primi freddi, diventano un passatempo indispensabile per divertirsi tra le mura domestiche quando il parco giochi è off limits a causa delle temperature polari o delle piogge. Per far divertire i bimbi e le bimbe i consigli sono tantissimi da quelli più educativi (si veda, per esempio, alla voce giochi geografici) fino ai lavoretti per bambini piccoli.

Se, però, il desiderio è quello di cambiare rispolverando passatempi d'antan largo ai giochi da tavola da scegliere tra quelli più adatti a seconda dell'età. Ecco i più divertenti. 

Giochi per bambini: il domino

Il domino è tra i giochi per bambini capaci di non perdere mai il proprio fascino e aiuta i piccoli a sviluppare la logica. © 123kikovic/123rf


Utile per sviluppare le capacità logiche (nella sua versione decorata con figure e figurine) e addirittura indispensabile per insegnare a contare ai più piccoli, il domino è tra quei giochi per bambini che non perdono mai il loro fascino.

Per cimentarcisi le possibilità sono (almeno) due: da un lato, infatti, si potrà optare per una versione preconfezionata mentre, dall'altro lato, se ne potrà costruire una "artigianale" ritagliando tanti rettangolini di forma e misura uguale, dividendo ciascun rettangolo a metà con una linea retta e poi invitando i piccoli a ornare ciascuno spazio con un colorato disegno a scelta. 

Giochi da bambini: il memory 

Il memory è prezioso nello sviluppo delle capacità mnemoniche dei più piccoli e rientra in quei giochi per bambini che sarà divertente costruire artigianalmente. © andreykuzmin_123rf


Simile nel successo al domino, il memory è un altro dei giochi per bambini che - oltre a divertire - è utilissimo nello sviluppo cognitivo dei piccoli di casa. Le sue regole sono note (bisognerà posizionare le carte a testa in giù e poi "pescare" di modo da formare le coppie con le stesse figure) e anche in questo caso sarà possibile scegliere una versione già fatta oppure confezionarla home made.

Il vantaggio della seconda opzione? I piccoli artisti saranno impegnati più a lungo, il gioco diventerà qualcosa di molto più personale e in più i bambini capiranno l'importanza di realizzare due immagini perfettamente identiche: provare per credere!

Gioco dell'oca creativo 

Per realizzare un gioco dell'oca artigianale tracciate su un foglio grande i numeri e le caselle poi lasciate ai piccoli la decisione su come riempire i singoli spazi. © petro/123rf


Se la voglia di confezionare a mano il gioco da tavola con cui trascorrere il pomeriggio è tanta, poi, via libera alla creazione di un gioco dell'oca home made. Dotate i piccoli di casa di un foglio piuttosto grande, poi, disegnate le caselle con i numeri lasciando accanto alle cifre uno spazio abbastanza grande da ospitare un disegno.

Saranno i bimbi e le bimbe a scegliere quale sarà il miglior modo per riempirli e, sempre a loro, andrà la decisione su quali dovranno essere le regole (da decidere, ovviamente, proprio in funzione dei singoli disegnini). 

Giochi di bambini (adatti anche ai grandi)

Tra i giochi di bambini adatti anche ai grandi c'è senz'altro il gioco dell'oca home made del quale, se i figli sono più grandicelli, si dovranno mettere le regole per iscritto. © Iakov Filimonov/123rf


Il vantaggio di un gioco dell'oca confezionato artigianalmente, poi, sarà anche la possibilità di condividerlo per un pomeriggio all'insegna del divertimento in compagnia della mamma e del papà. Dopo che i piccoli di casa avranno costruito il loro capolavoro ludico, infatti, dovranno spiegare le regole ai "grandi" e a quel punto si dovrà dare il via alla sfida (che sarà tutta da ridere!).

Il consiglio in più: se i bambini sono abbastanza grandi chiedete loro di mettere le regole per iscritto e poi invitateli a creare una scatola - che, ovviamente, dovrà essere ben decorata - nella quale custodire i vari pezzi del gioco di modo da poterlo riutilizzare nel futuro. 

Giochi per bambini di 6 anni (o più)

Tra i giochi per bambini di 6 anni (o più) largo ai dadi che stimolano le abilità numeriche dei piccoli scolari. © petro/123rf


Quando i bambini iniziano a frequentare la scuola elementare migliora anche la loro capacità di rapportarsi con numeri e piccole operazioni matematiche. Per stimolare questo processo largo ai giochi da fare con i dadi che permetteranno loro di sfidarsi (e di sfidare i grandi) nel calcolo.

I dadi, poi, hanno anche il vantaggio di migliorare la capacità manuali (e creative) dei piccoli di casa visto che si prestano facilmente ad essere confezionati a mano o con un foglio di cartoncino - sapientemente piegato e incollato - o, in alternativa, con un semplice cubetto di legno o di polistirolo. 

Giochi per bambini di 5 anni: il tris! 

Il tris è un passatempo economico e divertente adattissimo a entrare nella top ten dei giochi per bambini di 5 anni (o più). © Marco Guidi/123rf


Intramontabile dei giochi per bambini (adattissimo dai 5 anni in poi), il tris è uno dei passatempi più divertenti e più facili. Per giocarci, infatti, bastano un semplice foglio di recupero e due penne - meglio se colorate - con i quali cimentarsi nelle colonnine di X oppure di O.

Voglia di qualcosa in più? Allora regalate ai vostri figli una bella lavagna e qualche gessetto colorato per una sfida tra baby professionisti del tris (che coinvolgerà anche mamma e papà). 

Giochi per bambini di 4 anni (o più): Forza 4

Forza 4 fa parte dei cosiddetti "giochi astratti" e aiuta i bambini a sviluppare logica e capacità di memorizzazione. © wckiw/123rf


Un po' più elaborato ma basate sulle stesse regole del tris, poi, ecco Forza 4 un gioco da tavolo che difficilmente potrà mancare nell'arsenale "ludico" dei bambini per rallegrare i pomeriggi da trascorrere in casa.

Quello che lo rende particolarmente adatto ai piccoli (almeno a quelli da 4 anni in su) è il suo appartenere ai cosiddetti "giochi astratti", vale a dire a quel mondo di passatempi per bimbi e adulti nei quali l'unica competenza richiesta ai giocatori è la conoscenza delle regole, che devono essere seguite con attenzione e sviluppano - per questo - le capacità di memorizzazione e di logica. 

Giochi per bambini di 8 anni: gli scacchi

Gli scacchi sono un toccasana per i bambini perché migliorano il rendimento scolastico e aumentano pazienza e capacità di concentrazione. © Mikkel Bigandt/123rf


Ma parlando di giochi astratti i più noti in assoluto sono senza dubbio gli scacchi che, oltre ad essere divertenti e stimolanti, hanno molti concreti vantaggi sullo sviluppo cognitivo dei piccoli di casa.

Come ha dimostrato recentemente una ricerca scientifica condotta in Germania, infatti, la capacità di maneggiare con consapevolezza pedoni e torri sulla scacchiera aumenta mediamente il rendimento scolastico dei baby giocatori in una percentuale che sfiora il 17%. Non solo, però. Gli scacchi, infatti, sono utilissimi anche per migliorare le capacità di concentrazione e la pazienza. Dei piccoli e dei grandi, ovviamente.  

Giochi di esplorazione: tra mappamondo e cartine

Mappamondi e cartine geografiche sono gli alleati migliori per i giochi in casa dei piccoli esploratori. © kzenon_123rf


Per gli amanti dei giochi geografici i pomeriggi domestici potranno rivelarsi ottime occasioni per lanciarsi in nuove esplorazioni ai quattro angoli del mondo.

Come fare? Per esempio invitate i bambini a ruotare il mappamondo o la cartina geografica alla ricerca dei diversi paesi del mondo oppure chiedete loro di trovare le capitali o, ancora, invitateli a ricostruire il percorso di alcuni fiumi. Un ultimo consiglio? Spronateli a immaginare il percorso migliore per una vacanza (immaginaria) dall'altra parte del mondo. Il divertimento per gli amanti della geografia sarà assicurato e chissà che non ne possa venir fuori qualche consiglio utile anche per le mamme e i papà più avventurosi.

Aggiungi commento

Commento

Commenta la risposta di utente anonimo