Leucociti nelle urine

Fai una domanda
La presenza di leucociti nelle urine indica un processo infiammatorio in corso. I leucociti sono, infatti, cellule del sistema immunitario che agiscono in difesa dell’organismo quando è attaccato da virus, batteri o microorganismi patogeni di varia natura.


Cosa sono i leucociti nelle urine

I leucociti rappresentano i globuli bianchi del sangue, ma possono essere ricercati anche nelle urine come indice d’infezione delle vie urinarie.
In condizioni normali, i valori normali di leucociti nelle urine sono molto bassi, rari, pressoché pari a zero.

Esame urine-leucociti

Un semplice esame chimico – fisico, con lettura al microscopio del sedimento urinario, può accertare i valori dei parametri più importanti delle urine: pH e peso specifico, glucosio, proteine, emoglobina, chetoni, bilirubina, nitriti e leucociti.

Cause

La causa dei leucociti nelle urine sono in genere delle infezioni che si localizzano a vari livelli del tratto urinario. Può trattarsi di cistite (vescica) o la pielonefrite (rene), ma possono essere dovuti anche ad un blocco causato da calcoli o traumi o a ipertrofia della prostata. Le cause sono molto diverse, per questo è fondamentale la valutazione del medico curante sulla base della sintomatologia.

Leucociti nelle urine in gravidanza

Non è infrequente che questa dicitura compaia nel referto di una donna in gravidanza: la presenza di proteine e globuli bianchi nelle urine è abbastanza comune e non bisogna preoccuparsi, ma consultarsi con il medico che valuterà quanto è significativo lo scostamento dagli intervalli di normalità. Bisogna comunque considerare che, in questo stato, la forte pressione dell’utero sulla vescica rende meno frequente la minzione, aumentando il rischio di proliferazione di batteri e la possibilità di infezioni del tratto urinario che, se trascurate, potrebbero causare un aumentato rischio di parto pre-termine e scarso peso alla nascita.

Leucociti alti nelle urine

Se alcuni di questi risultati sono fuori dalla norma, il medico curante potrà prescrivere altre indagini per confermare la diagnosi, come l’urinocoltura in caso di sospetta infezione delle vie urinarie. È importante però una corretta igiene personale prima dell’esame ed una raccolta del campione secondo le istruzioni fornite dal medico stesso o dal laboratorio analisi, altrimenti l’esame può risultare falsamente positivo.

Rari leucociti nelle urine

Un referto che riporti questa valutazione non deve spaventare. Si può trattare di un inizio di infezione che, però, richiede sempre il consiglio del medico che eventualmente procederà con ulteriori esami per capire quale tratto dell’apparato urinario è coinvolto e qual è la causa primaria. Fondamentale, nel frattempo, prestare molta attenzione all’idratazione (bere molto) ed all’igiene intima personale.

Revisione a cura della dott.ssa Elena Costa, responsabile di medicina di laboratorio del Policlinico San Donato (Gruppo ospedaliero San Donato)
Foto: © Vit Krajicek - 123RF