0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

10 soluzioni per risvegliare il desiderio

Nella vita di coppia, è normale che ci siano dei periodi in cui si prova meno desiderio nei confronti del partner. Stress, alcol, stanchezza, figli, sovrappeso... sono numerosi i fattori che possono avere delle conseguenze negative sulla libido. Ma non bisogna darsi per vinti: delle soluzioni esistono. Ecco 10 consigli per ritrovare il desiderio e vivere una sessualità appagante.

Lo stress

Sono tanti i fattori che possono attenuare il desiderio per il partner.

Difficoltà economiche, tensioni sul lavoro, problemi di salute o famigliari... sono tante le fonti di stress nella vita quotidiana. E le ripercussioni (negative) si fanno sentire sulla libido.

Cosa fare: trovare un metodo per liberarsi dallo stress. Certe persone si sfogano praticando uno sport. Altri provano le tecniche di rilassamento per ritrovare la serenità... e il desiderio. Infine, sappiate che potete anche consultare un medico, che vi indicherà le cure adatte al vostro caso.

Copyright foto: Istock

L'alcol

Si dice che l'alcol liberi dalle inibizioni. Falso! Questa reputazione si basa su una falsa impressione. È vero che, sotto l'effetto dell'alcol, certe persone si sentono più sicure e intraprendenti; ma a livello sessuale, una grande quantità d'alcol produrrà un effetto negativo, specialmente nell'uomo, che faticherà ad avere una buona erezione.

Cosa fare: non eccedere con l'alcol. Innanzitutto perché non fa bene alla salute, poi perché potrebbe essere la causa di problemi sessuali. L'alcol, consumato con moderazione, può disinibire, ma non bisogna esagerare!

La stanchezza

La stanchezza è una delle cause più frequenti del calo della libido. Insonnia, apnee del sonno, poco tempo per riposarsi... i motivi della stanchezza sono vari. Quando il corpo è esausto, il desiderio ne risente e dormire diventa il nostro unico obiettivo una volta conquistato il letto.

Cosa fare: dormire il tempo sufficiente. Più facile a dirsi che a farsi, direte voi. Ma non ci sono segreti: solo il riposo elimina la stanchezza. In caso di apnee del sonno, invece, consultate un medico perché esistono delle cure specifiche. Stessa cosa se soffrite di altri disturbi del sonno come insonnie, risvegli notturni o se russate.

I figli

Avere un figlio è il sogno di molte coppie. Ma ha delle conseguenze sulla vita sessuale. Naturalmente, non è il fatto di diventare genitore ad essere messo direttamente in discussione, ma il fatto che i bambini richiedono tante attenzioni. L'intimità e il tempo da dedicare al sesso ne risentono...

Cosa fare: prendersi del tempo per la coppia, lontano dai figli.
Difficile i primi mesi, con un neonato che si sveglia di notte e la stanchezza che si accumula. La soluzione è essere un po' egoisti. Prendete una baby-sitter, ad esempio, e uscite per una serata romantica tutta per voi. Ogni tanto lasciate che i nonni si occupino dei nipotini per la loro grande gioia e per offrirvi un week-end romantico (e sexy!).

I medicinali

Non tutti lo sanno, ma molti tipi di farmaci possono diminuire il desiderio. È il caso degli antidepressivi, delle medicine per l'ipertensione, degli antistaminici, dei contraccettivi ormonali, ma anche i trattamenti per la chemioterapia, ecc.

Cosa fare: innanzitutto, non interrompete la cura! Se avete l'impressione che le medicine abbiano un effetto negativo sulla vostra vita sessuale, parlatene a un medico. Potrà adeguare la posologia, se necessario, oppure cambiare il farmaco. Non abbiate nessuna reticenza a parlarne: il vostro terapeuta vi aiuterà, senza giudicare.

Il sovrappeso, l'obesità, la mancanza di fiducia in se stessi...

Il sovrappeso e l'obesità provocano spesso un calo del desiderio. Non è sempre facile sentirsi sexy quando non ci si sente a proprio agio fisicamente. In questo caso, difficilmente si ha voglia di sedurre.

Cosa fare: l'importante è ritrovare la fiducia in sé. Anche il ruolo del partner è molto importante: deve rassicurare e dimostrare che i suoi sentimenti e le sue voglie sono sinceri. Sentirsi sexy negli occhi della propria dolce metà aumenta l'autostima e migliora la libido.

L'impotenza

Le disfunzioni erettili sono un disturbo sessuale che può far crollare la vita sessuale di una coppia. Può inoltre provocare una perdita di fiducia in sé, altro fattore di diminuzione della libido. Le ragioni di questo problema possono essere varie, ma esistono delle soluzioni.

Cosa fare:
parlarne con un medico. Oggigiorno, esistono dei trattamenti per curare i problemi di erezione, che siano occasionali o ricorrenti. Inoltre, è importante che la coppia ne parli per rassicurarsi ed evitare malintesi legati a un problema temporaneo. La fiducia è un elemento indispensabile per una buona attività sessuale.

La depressione

Anche se non succede sempre, la depressione comporta spesso una diminuzione del desiderio sessuale. Inoltre i farmaci antidepressivi, prescritti per la depressione, hanno come possibile effetto secondario un calo della libido. Le persone depresse possono sentirsi stanche, il che non aiuta.

Cosa fare:
anche in questo caso, parlarne con il proprio medico. La depressione è una malattia che si cura abbastanza bene al giorno d'oggi. Solo il medico potrà consigliarvi una psicoterapia o un trattamento. Non interrompete la cura dall'oggi al domani, e rispettate la posologia indicata dal vostro terapeuta.

Il calo di testosterone

Il desiderio maschile è proporzionale al tasso di testosterone. Ma la presenza di questo ormone può diminuire naturalmente con l'età o per altre ragioni (come uno squilibrio ormonale).  Anche la donna produce testosterone, ma in quantità minori. Se l'equilibrio ormonale della donna si altera, la sua libido potrebbe subirne le conseguenze.

Cosa fare: in caso di calo del desiderio, non esitate a parlarne con un medico. Dopo alcune analisi, che permetteranno di confermare la diminuzione del testosterone, potrà prescrivervi una terapia adeguata.

La menopausa e il calo degli ormoni femminili

La metà delle donne in menopausa ammettono di soffrire di una diminuzione del desiderio. Gli ormoni ne sono i responsabili. In menopausa, gli ormoni femminili non vengono più prodotti nella stesse quantità e provocano molti cambiamenti fisici (aumento di peso, secchezza vaginale, dolori durante i rapporti sessuali...) e psicologici (altra immagine di sé, a volte depressione).

Cosa fare:
non arrendersi. Anche in questo caso, ci sono dei rimedi. Esistono dei trattamenti ormonali sostitutivi che attenuano gli effetti della menopausa. Ci sono inoltre, molti altri trattamenti a base di fitormoni che permettono alle donne di evitare certi disturbi. E naturalmente, il partner deve rassicurare la donna in menopausa dimostrandole il proprio amore, perché conservi la fiducia in se stessa.
Il documento intitolato « 10 soluzioni per risvegliare il desiderio » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.