0
Grazie

Poche parole di ringraziamento saranno molto apprezzate.

Scegliere il letto e il materasso giusti: le regole d’oro

I consigli per scegliere il letto e il materasso


Un letto poco adatto alle vostre esigenze o in cattivo stato può provocare mal di schiena e torcicollo. Ecco qualche consiglio per scegliere bene il materasso e la rete e abbandonarsi tra le braccia di Morfeo.


Fate una lista dei vostri criteri prima di aquistare un nuovo letto.


Quando bisogna cambiare il letto?

Se il vostro materasso ha più di dieci anni, avete mal di schiena al risveglio e la forma del vostro corpo rimane visibile, sappiate che è giunto il momento di fare acquisti. I professionisti consigliano di comprare ogni dieci anni un materasso e una rete della stessa marca, per creare un insieme omogeneo. Tuttavia, se la rete è recente e adatta ai vostri bisogni, un materasso di qualità leggermente inferiore può bastare. Se invece la vostra rete è a doghe fisse o metallica, puntate sulla qualità materasso. Allo stesso modo, non bisogna dormire troppo spesso su un materasso appoggiato per terra: si rovinerà molto più velocemente e sarà mal arieggiato.

I criteri per la scelta del materasso e della rete

- La coppia vincente: la prima regola è che non bisogna abbinare a caso rete e materasso. Per esempio, è meglio evitare l’accoppiata rete a molle/materasso di gommapiuma, che si consumerebbe troppo velocemente. Questo tipo di materassi va abbinato a una rete a doghe. Ecco le combinazioni migliori: materasso e rete a molle per un sostegno più morbido, materasso a molle o di gommapiuma e rete a doghe (non troppo distanti) per un sostegno più rigido.

- La rigidità del materasso: morbido, duro, molto duro o ergonomico... la rigidità del materasso non è solo questione di gusti. Il prodotto deve essere adatto alla vostra morfologia, al vostro peso e alle vostre abitudini (come la posizione in cui dormite), offrendo sostegno in ogni parte del corpo. Un materasso troppo duro fa male alla schiena quanto uno troppo ergonomico, perché fa soffrire la colonna vertebrale. Per quanto riguarda i materassi troppo morbidi, non sostengono sufficientemente il corpo: le spalle e il bacino sprofondano e la colonna non rimane allineata. Inoltre, un letto troppo morbido ostacola i cambi di posizione durante il sonno. Non esistono norme universali di rigidità, e ogni marca ha i suoi criteri. L’ideale è testare il materasso prima di acquistarlo. 

- Il tipo di rete: la rete, a molle o a doghe, costituisce la base del sostegno alla schiena. Una buona rete deve rispettare la morfologia di chi dorme e si deve adattare alle diverse pressioni esercitate dal corpo: sostegno più rigido a spalle, torace, bacino e fondoschiena, più morbido alla testa e alla zona lombare. Confrontate anche i materiali (lana, cotone, seta, microfibra) e le tecnologie usate (trattamento antiacari) per reti e materassi, per trovare quelli adatti alle vostre esigenze.

- Le dimensioni giuste. Tutto dipende dall’altezza della persona e dal numero di persone che dormono sul letto. Se dormite da soli e la vostra corporatura è normale, un letto da 90x200 cm è sufficiente. Se dormite in due, la regola è di aggiungere 20 cm all’altezza maggiore fra i due. Preferite due soluzioni indipendenti se c’è una grande differenza di peso nella vostra coppia: due materassi individuali su un’unica rete, o due reti e due materassi uniti (tenuti insieme da una chiusura lampo o in velcro, se necessario). Inoltre, l’opzione dei due materassi permette di avere un letto con un lato più duro dell’altro.

Come testare correttamente il vostro letto in negozio?

Non sempre si ha il coraggio di chiedere di provare un materasso. Ma un test è l’unico modo per evitare le brutte sorprese. Stendetevi e giratevi sul letto in negozio, come se dormiste, almeno per 15 minuti. Se il gomito sprofonda, scegliete un materasso più rigido: quando ci si sdraia sul fianco, la colonna deve rimanere dritta. 

Trovare un letto a un prezzo conveniente


Trovare un letto di buona qualità a un prezzo ragionevole può diventare un incubo. A seconda dei modelli e dei negozi, lo stesso tipo di materasso può costare il doppio. Sappiate che né il fatto che sia cucito a mano né il fatto che sia al 100% composto da materiali nobili (seta, cashemire...) sono una garanzia di qualità. I saldi nel settore sono abbastanza frequenti: approfittatene per fare acquisti!

Quale manutenzione?


Bisogna stare attenti nei primi mesi, perché le imbottiture devono stabilizzarsi per assecondare la forma del corpo. Per accelerare questo processo, potete girare il materasso scambiando la parte dei piedi con quella della testa ogni 15 giorni per il primo mese, poi una volta ogni tre mesi. Alcuni materassi sono climatizzati: hanno un’imbottitura di lana dalla parte invernale e di cotone o di gommapiuma dalla parte estiva, e non bisogna dimenticare di girarli a inizio ottobre e ad aprile. Inoltre, è consigliato proteggerlo con un coprimaterasso lavabile. Quando si cambiano le lenzuola, una passata di aspirapolvere aiuterà a ripulirlo da polveri, depositi e acari. Potete anche sbatterlo per ventilarlo. E quando lo girate, scambiate regolarmente il senso testa-piedi.

E gli accessori?

Non dimenticate cuscini, coperte e biancheria, fondamentali per passare delle notti serene.

- Il cuscino: dev’essere di buona qualità e utilizzato adeguatamente per evitare sensazioni di pesantezza alla testa e torcicollo al mattino. Deve sostenere le vertebre e ripartire il peso della testa, qualunque sia la sua posizione durante il sonno. Un buon allineamento di testa e collo favorisce il rilassamento muscolare e la circolazione sanguigna. Bisogna sceglierlo morbido o duro? Tutto dipende dalla vostra morfologia e dalla vostra posizione preferita: un cuscino duro è indicato se dormite sul fianco; sceglietelo più morbido se dormite sulla schiena.

- Piumone o letto all’antica: il piumone non favorisce una buona circolazione dell’aria e fa sudare, ma ad alcuni piace proprio perché tiene al calduccio. Le persone che hanno problemi di circolazione preferiscono il letto all’antica, con lenzuola e coperte. In ogni caso, preferite i tessuti naturali alle fibre sintetiche.

Copyright foto: Istock
Il documento intitolato « Scegliere il letto e il materasso giusti: le regole d’oro » dal sito Magazine delle donne (magazinedelledonne.it) è reso disponibile sotto i termini della licenza Creative Commons. È possibile copiare, modificare delle copie di questa pagina, nelle condizioni previste dalla licenza, finché questa nota appaia chiaramente.