Denutrizione: sintomi, cause e prevenzione

Fai una domanda
La denutrizione, frequente nelle persone anziane, può essere all’origine di gravi complicazioni se non trattata adeguatamente. Ecco una scheda di sintomi, cause e trattamento di questo disturbo.



Definizione

La denutrizione consiste in uno stato anormale dell’organismo che manca di apporti nutrizionale sufficienti per funzionare adeguatamente. Le sue cause possono essere multiple (dall’anoressia all’alcolismo) e i sui sintomi si riassumono in un indice di massa corporea inferiore alla media. Il suo trattamento deve avvenire tempestivamente, agendo sulla causa di questo disturbo.

Sintomi e complicazioni

La denutrizione corrisponde a uno squilibrio tra apporto calorico e bisogni dell’organismo. Questo disturbo può causare importati carenze e sintomi quali astenia (stanchezza intensa e prolungata), perdita di massa muscolare e perdita di peso. Se non trattata, la denutrizione può essere all’origine dei complicazioni potenzialmente gravi: abbassamento delle difese immunitarie (immunodepressione), aumento del rischio di infezioni, ritardo della cicatrizzazione, problemi neurologici e perdita di autonomia. Nelle persone anziane la denutrizione accresce il rischio di cadute e decesso.

Cause e fattori di rischio

Esistono numerosi fattori di rischio della denutrizione, medici e no: regime alimentari squilibrati, mancanza di risorse, isolamento, depressione, difficoltà a deglutire e alimentarsi. Alcune malattie croniche e degli interventi chirurgici possono ridurre l’appetito e causare dei disturbi di digestione all’origine di carenze. Nella sua forma acuta la denutrizione si presenta più frequentemente nei pazienti ospedalizzati che non consumano pasti a sufficienza. Nei malati è possibile anche osservare un aumento dei bisogni dell’organismo e/o un deficit di nutrimenti. La denutrizione può presentarsi a ogni età (bambini, adolescenti e adulti), ma la sua incidenza è più importante nelle persone anziane.

Trattamento

Il trattamento della denutrizione dipende dalla sua causa, dallo stato di salute e dall’età del paziente. È possibile associare un trattamento della causa (malattia, regime alimentare inadeguato) e un trattamento dietetico per ristabilire gli apporti nutrizionali. Una prescrizione di complementi nutrizionali orali può egualmente essere messa in atto. Nel caso in cui il paziente non possa alimentarsi per via orale viene messa in atto la nutrizione artificiale (enterale o parenterale).

Prevenzione

La prevenzione delle denutrizione passa per il reperire individui a rischio. Nelle persone anziane esistono delle misure specifiche che si applicano quotidianamente per mantenere degli apporti di nutrimenti conformi ai bisogni dell’organismo: stimolazione dell’appetito, controllo del peso, eccetera. Tali misure possono essere proposte come preventive o in parallelo al trattamento della denutrizione grave.