Aisha: significato, santa e origine del nome

Origine

Il nome Aisha ha origini arabe e, analogo per significato al nome Viviana, viene attribuito dalla tradizione islamica alla terza moglie di Maometto che, considerata la "Madre dei Credenti" è identificata come la sposa più amata dal Profeta.
Nomi simili: Asia, Arisia, Ashley, Achillea, Ashton

Significato

Il nome Aisha deriva dall’arabo a'ish che, letteralmente, significa "vivo, vitale". Proprio in virtù del significato, chi porta il nome Aisha è spesso una persona vivace e attiva che, forte di un carattere audace e coraggioso, mostra abitualmente la sua energia e non teme di lottare per realizzare i suoi desideri e le sue ambizioni. Il nome Aisha caratterizza quindi le persone solari che, accomunate da un carattere amabile e tranquillo, hanno la dote di saper trasmettere il buon umore a quanti le circondano. L’estrema emotività, a volte, può renderle un po’ troppo vulnerabili ma le Aisha, normalmente, riescono a trovare in sé la forza di lottare per raggiungere ciò che veramente desiderano combattendo strenuamente contro l’ipocrisia e la falsità.

Santa Aisha

Trattandosi di un nome adespota, l’onomastico di Aisha si potrà festeggiare in occasione di Ognissanti il 1° novembre. In alternativa alcuni, in virtù della comune radice etimologica, decidono di celebrare il nome Aisha il 2 di dicembre in occasione di Santa Viviana.

Nomi dei personaggi famosi

Aisha Gheddafi, unica figlia femmina del Mu'ammar Gheddafi con la sua seconda moglie Safia Farkash, è un avvocato libanese nominata, dal luglio 2009 al febbraio 2011, Ambasciatrice di buona volontà dell'ONU per la Libia. L’incarico le è stato revocato dall’Organizzazione stessa in occasione delle sommosse popolari nel paese.

Portafortuna

Colore:
verde
Numero fortunato:
10
Pietra preziosa:
smeraldo
Tendenze nomi femminili 2017
Nomi originali: consigli (rari) per lui e per lei
Tendenze nomi maschili 2017