Piercing alla lingua: fa male?

Valentina Segatori

Il piercing alla lingua fa male? Se non eseguito e curato a dovere, può fare infezione. Ecco tutte le informazioni su tecnica, cura e rischi e costo.

 
Il piercing sulla lingua fa male solo se si forma l'infezione e la lingua diventa gonfia. © Wavebreak Media Ltd/123RF

O lo si odia o lo sia ama: il piercing alla lingua è da sempre oggetto di controversia tra chi lo considera un vezzo poco igenico e anche un po' barbaro e chi, invece, adora mettere in mostra la lingua sfoggiando un accessorio colorato a mo' di orecchino. Innanzitutto, c'è da sfatare un mito: il piercing alla lingua, se eseguito correttamente e curato con la giusta attenzione, non è assolutamente pericoloso e non fa rischiare una lingua gonfia a vita. Ecco una serie di informazioni sulla tecnica e i consigli per far rimarginare perfettamente la ferita senza procurarsi dolore alla lingua o infezioni.


Piercing alla lingua: origini

Il piercing alla lingua ha origini antichissime, risalendo addirittura ai tempi della civiltà azteca. Ripreso anche dalle popolazioni dell'Asia, questo tipo di vezzo era considerato un rituale collegato alla spiritualità e alla religione, rappresentando una sorta di offerta sacrificale agli dei. Con il tempo, ovviamente, questa usanza è stata oggetto di varie contaminazioni in base alle ere ed ai popoli. Per gli stregoni era un passaggio obbligatorio perché secondo le credenze dell'epoca, permetteva loro di risucchiare il maligno dal corpo di coloro che ricorrevano al loro potere magico.
 

Informazioni sul piercing sulla lingua

La lingua è un organo molto importante e delicato, perché è il principale responsabile del gusto e svolge funzioni fondamentali per il nostro organismo. Decidere, quindi, di bucare questa parte del corpo può essere seriamente rischioso non ci si affida ad un vero esperto. Non c'è da spaventarsi, però, l'importante è scegliere un professionista serio, che sappia perfettamente come e dove agire. Il piercing alla lingua, infatti, consiste nel perforare con un ago monouso (o sterilizzato) il punto interessato, dall'alto verso il basso o viceversa. Una volta effettuato il buco, si inserisce un accessorio metallico provvisto di due palline alle estremità, con una stecca piuttosto lunga, per evitare che la lingua, una volta gonfia per l'operazione effettuata, si attacchi al metallo, con conseguenze dolorose.
 

Piercing e lingua gonfia

Il periodo di guarigione del piercing alla lingua dura circa 5 settimane. I primi tempi la lingua tenderà a gonfiarsi molto, poi lentamente tornerà normale, una volta passato il trauma e l'infiammazione. La lingua potrebbe risultare gonfia anche dopo parecchi giorni, ma non allarmatevi: è perfettamente normale. Evitate, però, di giocare con il gioiellino appena inserito, tirandolo fra i denti o con le mani.
 

Piercing alla lingua: cosa mangiare?

Per far sì che la ferita rimargini in fretta, meglio evitare alcol, fumo, cibi salati o troppo dolci, insomma tutto ciò che potrebbe irritare o bruciare la carne viva. Scegliete, quindi, cibi sani e poco conditi, bevande a temperatura ambiente e poco zuccherate.Un consiglio: evitare di giocare con il piercing e di mandare cibo nella ferita durante il periodo di guarigione, potrebbe provocare un'infezione, dura da curare.
 

Rischi del piercing alla lingua

Tra i rischi del piercing alla lingua c'è la possibilità di rigetto, ovvero che la lingua non riconosca l'oggetto estraneo con la conseguenza che la ferita non riesca a rimarginarsi. Inoltre, se fatto da persone incompetenti o poco esperte, possono presentarsi sanguinamenti duraturi nel tempo, perdita di sensibilità o del gusto, difficoltà nella masticazione o addirittura del linguaggio. Ci sono, poi, dei casi limite diffusi dalla cronaca, di alcuni giovani colpiti da malattie piuttosto serie dopo aver fatto un piercing alla lingua senza le dovute precauzioni. Se, inoltre, vi stiate domandando se i denti si rovinano con il piercing, nessun timore: non c'è niente che testimoni un rischio del genere a meno che non ci giochiate continuamente, tirando il gioiellino tra i denti. Niente paura, comunque, per scongiurare i rischi basta rivolgersi alla persona giusta e non ad un piercier improvvisato!
 

Piercing alla lingua: costo

Il costo del piercing alla lingua parte da un minimo di 50€. Considerando che un gioiellino in titanio chirurgico che evita i rischi legati al piercing alla lingua, costa già da solo intorno ai 20-30€, il prezzo totale potrebbe essere anche superiore, ma mai al di sotto di 50€. Non fidatevi, quindi, di chi vi offre un lavoro ad un prezzo troppo economico.


Piercing alla lingua finto

Chi è indeciso se fare o no il buco alla lingua, può provare il fake tongue piercing, che non richiede la necessità di fare fori. In pratica si tratta di due palline magnetiche, che avendo la calamita al loro interno, si sostengono a vicenda da un lato all'altro della lingua. Il finto piercing è utile sia per provare se davvero vi piace prima di fare quello vero, sia per chi ha paura del dolore e delle controindicazioni. Togliete, però, le palline quando mangiate e dormite, per evitare di ingerirle, ma soprattutto fate sempre molta attenzione, perché essendo rette solo dal magnete possono staccarsi in qualunque momento.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.