Federica Piccinini: Sweet as a Candy e i suoi segreti

Giulia Vola

Federica Piccinini, 34 anni, tre figli e un blog, Sweet as a Candy, che è diventato un magazine di successo e tutto al femminile. Eccola dietro le quinte.   

Interior design, beauty kids e life style: gli ingredienti di Sweet as a Candy, il magazine nato dal blog di Federica Piccinini. © Federica Piccinini


Sweet as a candy, dolce come una caramella al gusto di?

"Al gusto di liquirizia…dolce ma con un tocco frizzante".


Interior design, beauty, kids e life style in generale: qual è il minimo comune denominatore?

"La ricerca del bello in tutto ciò che ci circonda, anche e sopratutto, nelle piccole cose. Da una piccola attenzione per la nostra casa, ad una cena per la nostra famiglia, ad un gesto di coccola verso noi stesse…in tutto possiamo metterci del bello e dell’amore”.


Un team altamente specializzato e tutto al femminile: un caso o una scelta?

"Una scelta assolutamente precisa e voluta con tutta me stessa. Noi donne sappiamo essere una vera forza quando ci uniamo, ne sono convinta e l’ho sempre sostenuto. Ho avuto la fortuna di avere accanto amiche brave e competenti che con gioia hanno voluto far parte di questo mio progetto nato ormai 8 anni fa, rendendolo ancora più ricco e interessante".


Da blog d’ispirazione a magazine: come si fa il salto e si riesce a portare a casa uno stipendio?

"Sweet as a Candy è nato come blog di ispirazione e nel corso di questi anni è cresciuto sempre di più in modo costante. Le idee, i progetti editoriali e le collaborazioni sono diventate sempre maggiori e così è nata da parte mia l’esigenza di avere accanto una squadra che potesse far crescere ancora di più quello che era nato come semplice blog ma che ormai da tempo era diventato una vera community di persone unite da uno stile e gusto comune. L’evoluzione è stato un passo naturale che meditavo da tempo e che finalmente sono riuscita a realizzare. Passione, dedizione, costanza, serietà e tanta professionalità sono le doti indispensabili per trasformare una passione in un lavoro".


La tua laurea in Consulente del lavoro è servita nella tua impresa?

"Direi di no, non trovo grandi connessioni tra la mia laurea e ciò che faccio. Anzi, a dire il vero, non ne trovo alcuna. Molte cose, inerenti agli aspetti più “commerciali” e strategici del mio business, le ho sempre fatte senza grossi studi alle spalle…in un certo senso posso dire di avere una dote naturale per questo".


Poi c’è anche il canale YouTube: che rapporto hai con la telecamera?

"Il canale Youtube è nato in un secondo momento rispetto al blog. Registro e monto i miei video da sola ed anche in questo caso, ho cercato da subito di creare contenuti di qualità. Mi diverte, mi rilassa e per me è un hobby. Le idee sono sempre tante e vorrei poter aver più tempo per registrare ma purtroppo mi servirebbero giornate di 40 ore…!".


Infine i social: quanto conta e come ti influenza il rapporto con il pubblico?

"Il continuo feedback che ricevo dalle persone che mi seguono è un aiuto costante assolutamente fondamentale. Mi da la carica, mi fa nascere nuove idee e mi regala ogni giorno la voglia di fare sempre meglio. Si è creato un rapporto speciale, per tante sono diventata una sorta di amica a distanza, una figura sempre presente che tiene compagnia, regala un sorriso e dispensa un consiglio su bellezza, moda, cucina, bambini…".


Mamma, moglie, fotografa e imprenditrice: anche la vita è sweet as a candy?

"La vita non è mai dolce come una caramella e, se esiste, non ho ancora trovato la ricetta segreta per far quadrare tutto. Ho 34 anni ed ho già dovuto fare i conti con tante sconfitte, perdite e sofferenze. Non mi sono mai lasciata abbattere da questo ed anzi, ho sempre cercato di impegnarmi con tutta me stessa per costruire qualcosa di bello. Ogni giorno la quotidianità ci mette davanti a nuove sfide e nuove preoccupazioni, tutto sta nel come vengono affrontate. Io cerco di farlo con il sorriso e con la massima determinazione di riuscire a farcela".


Ci dai qualche spunto di tendenza per l'interior design 2017?

"Anche nel 2017 verranno proposti tanti dispositivi tecnologici per rendere la nostra casa sempre più smart e facilitarci tante operazioni. Tutte le amanti del marmo come me, saranno felici di sapere che questo trend continuerà ancora per molto. Infine, tanto Greenery, il colore dell’anno 2017 secondo Pantone".


Federica Piccinini, in una parola è…

"È un po’ difficile autodescrivermi, specialmente utilizzando solo una parola…dovendolo fare, credo che l’aggettivo più adatto sia, poliedrica, perché sono tante cose e lo sono in tanti modi".

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.