Reggiseno adesivo: come scegliere il modello giusto?

Eleonora Chiais

Reggiseno adesivo: qual è il modello migliore? Ecco una piccola guida alla scelta di questo accessorio che, utilissimo, è diverso da taglia a taglia.
 

Reggiseno adesivo: come scegliere il modello giusto? Il primo suggerimento è quello di guardare all'abito che si dovrà indossare e alle proprie curve. © Jose Manuel Gelpi Diaz/123rf


Reggiseno adesivo: ecco il miracoloso accessorio capace di aprire le porte del guardaroba anche ai top più scollati (davanti o dietro) agli abitini più impalpabili e, in generale, ai vestiti dai tagli più futuristici. E il perché è presto detto: il reggiseno adesivo, come dice il nome, si "incolla" direttamente alla pelle e, senza spalline o laccetti, risulta - oltretutto - estremamente comodo. Adatti, malgrado quello che si può pensare a prima vista, davvero a tutte le taglie, i reggiseni invisibili come quelli adesivi devono essere scelti con attenzione a seconda della propria silhouette ma anche dell'abbinamento fashion nel quale saranno impiegati: ecco come fare.
 

Reggiseni invisibili: quali modelli esistono?

Tra i reggiseni invisibili in commercio sono particolarmente diffusi i reggiseni in silicone che, più adatti a chi ha il seno non troppo abbondante, si dividono sostanzialmente in due grandi tipologie di modelli. Il primo è quello classico che prevede le due coppe separate da applicare direttamente su ciascun seno (come al solito dopo aver deterso accuratamente la pelle in questa zona) ed è più indicato per taglie non troppo abbondanti e per un accostamento con abiti estremamente scollati sulla schiena e sui fianchi. La seconda tipologia di reggiseni invisibili in silicone, invece, è leggermente più coprente (e assicura un sostegno maggiore) perché si compone di una fascia che, dopo aver coperto i due seni, termina da entrambi i lati con un elemento adesivo sui profili laterali. Questo secondo modello è più indicato per chi ha un seno più abbondante o per chi deve sfoggiare questo capo di lingerie con un abito dalla scollatura media o dal taglio a fascia.


Reggiseno invisibile: come indossarlo al meglio

Una volta trovata la tipologia di reggiseno invisibile più adatta alle proprie esigenze, però, resta il dubbio su come indossarlo al meglio. Il suggerimento, in questo caso, è dedicato soprattutto alle neofite del genere ed è quello di non avere fretta e di approcciare a questo capo con (estrema!) calma. Come fare, quindi? Per prima cosa, specialmente se si teme una reazione allergica alla colla, si dovrà fare una prova nella zona interna del braccio e solo in un secondo momento (e se questa non darà problemi) si potrà procedere. Per indossarlo, quindi, si dovrà asciugare delicatamente la zona e, senza utilizzare creme né oli, posizionare con attenzione le coppe cercando di piazzarle in una parte del corpo nella quale, normalmente, si suda un po' meno. Dopo una piccola pressione, quindi, le coppe aderiranno alla zona e il gioco... sarà fatto!

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.