Moda vintage, istruzioni per l’uso

Eleonora Chiais
La moda vintage è un sempreverde delle tendenze fashion e ha accompagnato tutte le decadi modaiole recenti. Ma quali sono i must have dell’abbigliamento vintage di oggi?

Moda vintage: come realizzare uno stile retrò negli outfit di ogni giorno? Il consiglio è quello di dosare con cura i capi.


Moda vintage, croce e delizia delle fashioniste di ogni tempo. E il perché è presto detto. L’abbigliamento dal fascino retrò, infatti, è sempre esistito e si è sempre collocato in cima alle wish list di chi esplora, con attenzione e dedizione, i dettami di uno stile non convenzionale. Apparso già nella moda anni 60, quando al dress for success del rigoroso tailleur per le donne in carriera si affiancavano spesso e volentieri i consigli su come indossare vezzosi abiti anni 20 recuperati dalle tendenze del passato, l’abbigliamento vintage non ha mai smesso di evolversi. Dov’è arrivato oggi? Complice l’hipster style, l’abitudine di recuperare abiti dai trend di decine d’anni prima è quanto mai attuale, ma per praticare con successo la moda vintage resta necessario seguire alcune istruzioni per l’uso. Eccole. 


Stile vintage: come realizzarlo?

In quel mondo particolarissimo che è quello della moda vintage è necessario prestare attenzione a ogni dettaglio. 
In primo luogo, così, è necessario scegliere con calma il periodo storico al quale ci si vuole riferire, evitando incauti mix – per esempio – di moda anni 50 e moda anni 80. L’unica eccezione, in questo senso, arriva dalla contemporaneità: è possibile, infatti, abbinare capi retrò a oggetti d’abbigliamento strettamente attuali. 
Il secondo consiglio, poi, riguarda la percentuale di vintage da indossare: attenzione, così, a evitare il total look in tutte quelle occasioni che non siano le “feste a tema”, meglio dosare i capi “classici” abbinandoli ad accessori e dettagli più contemporanei. Un esempio: se il desiderio è quello di indossare un’ampia gonna a ruota a vita alta, l’ideale è accostarla a un’ironica – e moderna – t-shirt stampata; mentre se si è deciso di orientarsi su un paio di shorts da vera pin-up il suggerimento potrebbe essere quello di sfoggiarli con un moderno capo fluo.

Vintage, significato (e segreti)

D’altra parte il fatto che la moda vintage mal si presti agli eccessi è già sottointeso nello stesso termine “vintage” che ha un significato traducibile con la locuzione “d’annata”. La parola, nata nelle vigne per riferirsi alle migliori annate dei vini, sottintende infatti un’attenta selezione del meglio, del capo migliore, dell’oggetto più indicativo di uno stile o di una tendenza. Banditi, così, i mix "confusionari": il segreto per un perfetto stile vintage è legato alla sensibilità modaiola di scegliere pochi capi emblematici, abbinandoli tra loro e "ringiovanendoli" con l'ausilio dello stile di oggi.   

Copyright foto: alenin/123rf

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.