Carolina Crescentini: “Voglio diventare amica di Brian Cranston!”

Eva Carducci

Abbiamo intervistato Carolina Crescentini al Giffoni Film Festival. Ecco cosa ci ha rivelato sul suo futuro.
 

Carolina Crescentini ospite al Giffoni Film Festival ci ha parlato di sé e dei suoi progetti.


Dal cinema alla televisione, passando per il teatro, Carolina Crescentini è una delle più poliedriche attrici italiane e una delle più simpatiche e alla mano. L’abbiamo incontrata insieme ai ragazzi del Giffoni Film Festival e ci ha confessato le sue passioni, prima fra tutti Walter White di Breaking Bad, la celebre serie di successo americana con Brian Cranston protagonista, ospite anche lui in questa nuova edizione del Giffoni Film Festival.


Hai recentemente preso parte a un film, Beata Ignoranza, che parla del rapporto con i social. Tu cosa ne pensi e come li utilizzi?

"Personalmente li uso per restare in contatto con i miei amici, ma rappresentano la fiera delle vanità. Credo che i social abbiano determinato molto le nostre esistenze, ma bisogna saperli utilizzare nella maniera corretta. Spesso mi chiedo dove sono gli haters, o quelli che urlano davanti a un monitor e poi non si mostrano mai e nella vita non affrontano nessuno. Quello è il vero problema dei social, non le condivisioni dei pensieri".


Hai lavorato sia al cinema che in tv, che differenza c’è per te nella costruzione di un personaggio?

"Non c’è molta differenza, perché si costruiscono comunque allo stesso modo, la differenza sta nell’evoluzione, al cinema si gira tutto in poco tempo rispetto a una serie televisiva, che dà più respiro e ti permette di far evolvere il personaggio in maniera meno rapida". 


Che ne pensi del Giffoni Experience, un festival cinematografico interamente dedicato ai ragazzi?

"Che le loro domande sono sempre le più belle, ed è emozionante incontrare i giovani di persona, sono sempre i più curiosi artisticamente parlando".


E che consigli vorresti dare ai giovani che vorrebbero seguire le tue orme?

"Di studiare, tanto e il più possibile! C’è sempre più domanda che richiesta, meno ruoli e più attori, e non importa il livello a cui sarai arrivato, i momenti difficili ci sono per tutti, gli incontri con le persone sbagliate anche, ma non bisogna arrendersi e bisogna continuare a lottare".


Cosa c’è nel tuo futuro lavorativo?

"La seconda stagione de I Bastardi di Pizzofalcone, dove interpreto un personaggio che mi piace molto, anche se rigido al contempo è molto fragile, che non riesce mai a bilanciare il suo equilibrio nella sfera privata. E poi non escludo un ritorno al teatro, è la mia grande passione, così come Brian Cranston e Breaking Bad! L’ho visto poco fa, me lo presentate? Voglio essere amica di Walter White!".

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.