Nono mese di gravidanza

La redazione
Al 9° mese di gravidanza, la futura mamma sta per dare la vita, stanca ma felice all'idea di poter stringere tra le braccia il proprio bambino.

Al nono mese comincia il conto alla rovescia per la nascita del bambino.


Gravidanza, nono mese per la mamma

nove mesi, cioè a36 settimane di gravidanzala schiena è ricurva, la pancia è sempre più grande e i seni sono tesi. Si sentono delle contrazioni irregolari e leggermente dolorose. Il rilassamento dei legamenti pelvici provoca qualche dolorino. Dato che il bambino si prepara alla discesa, la pressione dell'utero sugli altri organi diminuisce, così come sul costato. Durante il nono mese, quindi, si respira e si digerisce meglio. In compenso, il bisogno di urinare si fa più frequente ed è sempre più difficile trovare una buona posizione per dormire. Senza contare lo stress che sale nell'attesa del grande evento. 

Il 9 mese di gravidanza per il bambino

Il bambino trascorre il suo ultimo mese nella pancia ad ingrassare! Prende circa 250 g e 1,5 cm a settimana. Il giorno della sua nascita dovrebbe raggiungere circa 3 kg di peso e 50 cm di altezza.
Durante questo mese perde anche la peluria e la "vernice caseosa" che lo ricopriva; la sua pelle è ormai quasi tutta rosa e sempre meno rugosa. Non riesce più muoversi bene perché gli manca spazio e se ne sta così con le braccia incrociate sul petto, le gambe piegate e sollevate e, nella maggior parte dei casi, con la testa rivolta verso l'uscita. La quantità di liquido amniotico diminuisce. 

9 mesi di gravidanza: è tempo di …

Chiudere le valigie: anche se il medico ha determinato una data approssimativa per la nascita, il bambino può decidere di arrivare in qualsiasi momento! Può accadere a 36 settimane di gravidanza, o alla 37esima, per esempio! 

Seguire da vicino gli sviluppi: al 9° mese di gravidanza, le consultazioni servono a monitorare lo sviluppo del bambino, per determinare il modo in cui nascerà, a registrare le contrazioni e la frequenza cardiaca del bambino, ma anche a controllare il peso del feto, la pressione sanguigna e le urine della mamma. Dovrete anche incontrare un'anestesista, anche se non è prevista l'epidurale. Infatti, questo appuntamento consente al medico di intervenire, se necessario, durante il parto, eseguendo l'anestesia generale. 

Andare in ospedale: se si rompono le acque (il bambino non è più protetto contro le infezioni, bisogna quindi partire immediatamente), se le contrazioni sono dolorose e regolari (di durata tra i 30 secondi e un minuto, a distanza di 5-10 minuti, per un'ora), se si perde sangue, o se non si sente più il bambino muoversi o anche nel caso in cui questi sintomi siano assenti, ma avete superatola data teorica del parto, bisogna recarsi in ospedale. 
Attenzione: il sesso al nono mese di gravidanza potrebbe provocare il parto, per esempio a 38 settimane o alla trentanovesima; questo perché lo sperma contiene degli ormoni che agiscono sulle fibre muscolari dell'utero.

Potrebbe interessarti anche: Tutti i mesi e le settimane di gravidanza

Copyright foto: kostman /123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.