Secondo mese di gravidanza

Grazia Fontana
Il secondo mese di gravidanza è il vero inizio di tutto quello che avevate immaginato: l’emozione, la crescita del vostro bambino. Arriva però anche tutto quello che avevate temuto: affaticamento e ansia. 

La maggior parte delle donne comincia a soffrire di nausea e vomito nel secondo mese di gravidanza.


Primi sintomi di gravidanza

Il secondo mese di gravidanza inizia a metà della quinta settimana. A questo punto iniziano i primi veri sintomi, ma variano da una donna all'altra. La maggior parte delle donne, in genere, soffre di disturbi digestivi, che causano nausea, vomito, salivazione eccessiva, aerofagia, bruciore di stomaco o stitichezza. 

La soluzione: adattare la vostra dieta. Vale a dire, preferire cibi ricchi di fibre a quelli carichi di lipidi o difficili da digerire, suddividere i propri pasti e bere molta acqua. In questo periodo potrebbe essere normale anche perdere un paio di chili, ma se la situazione non dovesse migliorare, rivolgetevi al vostro medico per ottenere un trattamento adeguato. Potreste anche avvertire una forte sensazione di pesantezza alle gambe dovuta alla cattiva circolazione del sangue, ma anche formicolio e/o crampi alle braccia e alle gambe. 

Il rimedio: muoversi! Se la pratica di un’attività fisica dolce non è sufficiente, parlatene con il vostro specialista, potreste avere una carenza di vitamina B o di magnesio. Per facilitare la circolazione, ricordatevi di dormire con i piedi un po' sollevati. 
 
In questo periodo rischiate anche di sentirvi sempre stanche. Rallentate il ritmo e non esitate a fare un pisolino quando ne avete bisogno, ne va del vostro benessere, ma anche di quello del bambino. Potreste anche avere bisogno di un integratore di ferro per ritrovare le energie, parlatene con il vostro medico. 
Anche in questo mese si manifestano cambiamenti visibili: il seno aumenta, i tubercoli di Montgomery (piccole protuberanze) compaiono intorno alle areole che si allargano, la rete venosa e più evidente. Una “maschera di gravidanza” si può manifestare sul vostro viso: si tratta di piccole placchette marroncine che compaiono su guance e tempie e dipendono dal vostro stato ormonale. Un’unica raccomandazione: proteggersi dal sole con una crema ad alto indice protettivo.
 
Infine, non fatevi sopraffare dalla paura dell’aborto spontaneo. Certo, il primo trimestre è un periodo a rischio, ma se risparmiate la vostra salute e conoscete i segni premonitori (dolori forti e persistenti al basso ventre e/o perdita di sangue), tutto andrà bene. Non allarmatevi neanche per un'abbondanza di perdite bianche: si tratta di un fenomeno comune e insignificante. Per quanto riguarda sensazioni di formicolio e bruciore,  possono rivelare l'emergere di una micosi, un’infezione frequente durante la gravidanza, ma che può essere facilmente curata.

La crescita del bambino

Il vostro bambino continua a crescere a pieno ritmo. Passa dai 5 mm ai 3 cm. Il suo peso raddoppia, si forma la cartilagine nelle braccia e nelle gambe. Il suo volto si definisce all’incirca durante la sesta e la settima settimana di gravidanza: la bocca e il naso formano una sola apertura, si rivelano le orecchie e gli occhi (si forma il nervo ottico), appare una piccola lingua, spuntano dei germogli di denti e viene ricoperto da una pelle sottile e trasparente. In questo momento la sua testa è ben più grande del corpo, e all’interno si inizia a formare il cervello. Il bambino inizia a muoversi, anche se i suoi movimenti sono dei puri riflessi, il suo cuore ha raddoppiato il volume e le dita delle mani e dei piedi si rendono individuali. Il canale ano-rettale e quello urogenitale si mettono in posizione. Quella che vedete al termine del secondo mese o ad 8 settimane di gravidanza, è una versione in miniatura del futuro bambino. 
 

Gravidanza al secondo mese: è tempo di...

Prendersi cura di sé: i cambiamenti fisici possono darvi fastidio, senza contare i malesseri che disturbano la vostra quotidianità, la fatica e l’iperemotività (dovuta al disordine ormonale) che vi attaccano da tutte le parti. Per affrontare il "blues del secondo mese," concedetevi dei piaceri! Programma per il pomeriggio: una passeggiata nel verde, un pranzo leggero all’aperto, un giro in farmacia per trovare una crema idratante ultra-nutriente o un trattamento anti-smagliature per prevenire il rilassamento dei tessuti. Infine, direzione negozi di lingerie, per offrirsi un nuovo reggiseno adatto alle vostre forme. Si può decidere di praticare regolarmente uno sport in gravidanza (nuoto, passeggiate, yoga...) o fare un massaggio presso un istituto una volta alla settimana. Tutto questo vi aiuta a mantenervi in forma e a tonificare il corpo, ma anche a rilassarvi.
 
Scegliere un metodo di preparazione al parto: può darsi che iniziate a porvi domande sul corso del giorno X. Non restate a lungo con la paura dell'ignoto, cercate fin d’ora il metodo di preparazione alla nascita, in modo da rassicurarvi su tutti gli aspetti pratici e medici del vostro soggiorno al reparto maternità. 

Potrebbe interessarti anche: Tutti i mesi e le settimane di gravidanza

Copyright foto: ÐÐ»ÐµÐºÑÐ°Ð½Ð´Ñ€ Савченко /123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.