Primo mese di gravidanza

Grazia Fontana
Il test di gravidanza ha confermato che siete incinte e sentite già alcuni sintomi specifici del primo mese di gravidanza. E l'agenda di futura mamma è già bella piena.

In gravidanza il corpo comincia a cambiare sin dal primo mese.


Gravidanza al primo mese: i cambiamenti

Primo mese di gravidanza, ma c’è già un primo segno di cambiamento: l’assenza delle mestruazioni. Oltre al test di gravidanza, da comprare in farmacia, sarebbe opportuno fare un esame del sangue per confermare la buona notizia. Alcuni sintomi, comunque, finiranno presto per convincere. Innanzitutto la gravidanza scombussola il funzionamento degli ormoni: colpi di sonno durante il giorno, insonnia nel bel mezzo della notte, sbalzi d'umore, mancanza di appetito o attacchi famelici, seni gonfi, saranno all’ordine del giorno. Nelle prime settimane di gravidanza è possibile anche una frequente minzione dovuta all’utero che crescendo schiaccia la vescica. Durante il primo mese di gravidanza, capita anche di avere delle piccole perdite di sangue che corrispondono semplicemente all’impianto dell'uovo nella mucosa. Nel caso in cui fossero accompagnate però da dolore al basso ventre, potrebbero essere un segno di aborto spontaneo, quindi è preferibile, in questo caso, consultare il proprio ginecologo.

Prime settimane di gravidanza

Durante la prima settimana di gravidanza  (quella successiva alle ultime mestruazioni), l'uovo misura soltanto un millimetro. Il suo viaggio attraverso una delle due tube lo porta fino all'utero, dove si installa comodamente per i nove mesi a venire attaccandosi alla mucosa uterina: è la fase chiamata “impianto”. 

Durante la seconda settimana di gravidanza  l'uovo cresce e si articola in due strati di cellule. Il primo strato diventerà il bambino, l'altro la placenta, piattaforma di sostanze nutritive e di ossigeno necessaria per il suo sviluppo. L'embrione è costituito di soli tre strati: il primo è all'origine della pelle, delle unghie, dei denti, dei capelli, del naso, delle labbra e dell'intero sistema nervoso; il secondo è l'antenato dei muscoli, delle ossa, del cuore, del sangue e degli organi riproduttivi; l'ultimo, invece, darà vita alla lingua, l’uretra, la vescica, i polmoni, il fegato e il sistema digestivo. 

Durante la terza settimana di gravidanza, il corpo della futura mamma comincia a reagire. Alla settimana seguente, invece, si arriva allo sviluppo degli organi, degli abbozzi degli arti e del sistema nervoso e il cuoricino comincia persino a battere. 
 

Non bisogna assolutamente dimenticarsi di:

Fare la prima visita: prendete un appuntamento con il ginecologo. Questa prima consultazione comprende un esame medico dettagliato, un esame clinico generale in cui si prende il vostro peso, la pressione sanguigna, una visita ginecologica e il calcolo della data presunta del parto. Munite di una richiesta, dovrete anche sottoporvi ad un prelievo per rilevare in dettaglio la composizione del vostro sangue, controllare eventuali malattie infettive pericolose per la salute del vostro bambino (toxoplasmosi, rosolia, sifilide, HIV, epatite B e C) o la presenza di zucchero e di albumina nelle urine. A seconda delle circostanze, il medico può decidere di effettuare ulteriori esami. 
 
Fare buoni propositi: uno stile di vita sano è consigliato durante tutti i nove mesi, perciò meglio iniziare da subito, soprattutto perché durante i primi due mesi, l'embrione in fase di sviluppo è particolarmente vulnerabile. Ecco le regole d'oro da seguire: seguire una dieta equilibrata e sufficientemente diversificata evitando i prodotti troppo ricchi di grassi e zuccheri. Cuocere bene la carne e lavare scrupolosamente la frutta e le verdure crude; bere 2 litri di acqua al giorno e limitare il consumo di caffè; astenersi dal bere alcolici; smettere di fumare e stare lontano al massimo dal fumo degli altri e dall’inquinamento; non assumere qualsiasi farmaco, anche di uso comune, a meno che non ci sia un'indicazione del vostro medico, a condizione ovviamente che sappia che siete in dolce attesa.

Potrebbe interessarti anche: Tutti i mesi e le settimane di gravidanza

Copyright foto: puhhha /123RF

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.