35 settimane di gravidanza

Grazia Fontana
Alla trentacinquesima settimana di gravidanza, nel pieno del terzo trimestre, lo spazio all’interno del grembo materno è sempre più ridotto.


35 settimane: il parto si avvicina

La 35esima settimana di gravidanza segna l'avvicinamento al parto. È un periodo che esige, dunque, massimo riposo.
Avendo messo su circa 10-13 kg, i fianchi della mamma dovrebbero essersi allargati per facilitare il parto: dovrebbero riprendere la loro larghezza normale dopo un anno circa. La punta dell'utero dovrebbe essere a circa 15 cm dall'ombelico. Le contrazioni potrebbero verificarsi con più frequenza. Durano circa trenta secondi, durante i quali la pancia si indurisce, poi scompaiono. Fino a quando non sono frequenti e regolari, però, non si può ancora parlare di travaglio. 
I rapporti sessuali durante questo periodo sono da escludere perché possono indurre il travaglio a causa di un ormone chiamato prostaglandina contenuto nello sperma (quest’ormone è anche presente, infatti, in alcuni medicinali che potrebbero essere somministrati per indurre al parto).

Feto a 35 settimane

Il peso del feto è di 2,8 kg e misura 45 cm. La crescita si completa in generale alla fine di questa settimana, quando il fegato inizia a funzionare correttamente. Dato che lo spazio all'interno del ventre diminuisce, a volte si potrebbero sentire i suoi calci fino alla gabbia toracica. Arrivate a questo punto, è tempo di iniziare a pensare a cosa portare in ospedale per il parto, comprese carta d’identità, tessera sanitaria e tutti gli esami clinici che avete effettuato durante la vostra gravidanza (e le ecografie).

Potrebbe interessarti anche: Tutte le settimane di gravidanza

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.