29 settimane di gravidanza

La redazione
Per ridurre i fastidi della ventinovesima settimana di gravidanza, bisogna fare attenzione all'alimentazione, al riposo e all'idratazione.


Ventinovesima settimana: mamme idratatevi!

Alla 29esima settimana di gravidanza, all'inizio del terzo trimestre, in alcune donne potrebbero verificarsi degli sfoghi cutanei, aumento di vene varicose, cambiamenti d’umore e stanchezza: sono le conseguenze dell'aumento di peso. Una corretta alimentazione è quello che ci vuole per ridurre in parte i fastidi, ma bisogna anche fare attenzione alla postura e all'idratazione: ricordatevi di bere tanta acqua ogni giorno.
Il ventre sempre più gonfio e la flessione della schiena potrebbero causare anche dolori al nervo sciatico che percorre tutta la gamba partendo dal fondo schiena: in questo caso la migliore soluzione è il riposo, ma il dolore potrebbe essere ridotto anche immergendo le gambe in acqua tiepida o tenendo le gambe alzate con dei cuscini quando si riposa (cercando sempre di dormire sul lato sinistro, in modo da migliorare la circolazione). Anche la temperatura corporea potrebbe essere alterata a causa del calore emanato dal bimbo che adesso misura 36 cm per circa 1,6 kg. 

Feto a 29 settimane

Data la mancanza di spazio all’interno del ventre materno, il bambino non si muove più con la stessa facilità di prima, e la mamma potrebbe avvertire dei dolori. L'apparato digerente del nascituro funziona normalmente e fa la sua comparsa il surfattante polmonare, una sostanza che permette il corretto funzionamento dei polmoni. Il midollo osseo, adesso, è il responsabile della produzione di globuli rossi.

Se pensate di ricorrere all'epidurale sarebbe meglio iniziare a parlare con un'anestesista, in modo tale da avere tutte le informazioni a riguardo e cominciare a fare gli esami necessari per i controlli.

Potrebbe interessarti anche: Tutte le settimane di gravidanza

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.