Sesso virtuale: fare l’amore in virtual reality

Elena Bianchi

Il sesso in virtual reality piace agli uomini e sempre di più alle donne. È un universo dove poter materializzare le fantasie erotiche e scoprirne di nuove, guidati passo passo.  

Il sesso cibernetico si fa indossando un visore, in commercio esistono anche sex toys integrati. © Andrea Obzerova/123RF


Sesso cibernetico, sesso da vivere

Non è il sesso con i robot. È il sesso vero, tra uomini e donne in carne ed ossa; solo che l’altro non si tocca, si sente con la vista. È il sesso cibernetico, in virtual reality, quello che si fa indossando un visore, immergendosi in una realtà parallela dove da qualche parte, qualcuno o qualcuna c’è per davvero ed è lì e si muove solo per te, solo con te. Ti tocca, ti guida e ti penetra pure. È un sesso da vivere. Virtualmente, s’intende perché l’assenza è rimpiazzata dall’immaginazione, al massimo dai sex toys. È un sesso che piace agli uomini e piace sempre di più alle donne che, solo su PornHub - che da marzo 2016 ha inaugurato la sezione ad hoc - sono il 26% degli utenti.


Dove fare sesso virtuale? Ovunque

È il sesso on demand da fare a casa e da portarsi in vacanza: sebbene sia un mondo in gran parte da scoprire - nell’ultimo anno le ricerche hanno segnato +650% -, si calcola che nel 2025 saranno in circolazione 135milioni di visori, di cui 122 dispositivi mobile. A chi teme la fine delle relazioni umane, risponde una ricerca dell’università di Newcastle: laddove praticato con criterio, al pari della fruizione della pornografia tradizionale, potrebbe migliorare la sessualità di uomini e donne. Per la serie: in virtual reality il sesso non è solo rappresentazione, è una vera e propria immersione in un nuovo territorio, verso nuovi orizzonti all'insegna di nuove libertà, da concedersi e sperimentare per poi ritrovarsi amanti più disinibiti e consapevoli. Amanti perfetti, o quasi.


Siti per sesso virtuale

A proposito di siti (e app) per il sesso virtuale c’è PornHub, si diceva: quando ha aperto la sezione ad hoc ha omaggiato i suoi clienti premium regalando 10mila visori. Ma il colosso del sesso on line non è certo l’unico: c’è VRBangers, per soli uomini, che offre sesso virtuale anche senza il visore (esperienza al momento fattibile solo nell’albergo VR Bangers Hotel Experience che popola la stanza di ologrammi); c’è BaDoinkVR che dopo la stagione Virtual Sexology dedicata ai modi per controllare e prolungare l’orgasmo maschile, ha girato la seconda dedicata alle donne, con veri e propri video didattici. E c’è anche YanksVR, il sito per il sesso virtuale prodotto dalle donne per le donne che promette: “Orgasmi veri, così vicini da toccare” e, oltre alla pratica, propone anche video di educazione alla sessualità.

Holly Richmond, sessuologa esperta in materia, non ci vede nulla di male, anzi: "Tutto ciò che può mettere le donne in contatto con il proprio corpo è grandioso. Le donne hanno fantasie e desideri che devono essere esplorati e questi video sono un modo per sperimentare e divertirsi, è un'esperienza più intima". D’altra parte la virtual reality è una fantasia sessuale incarnata e gli amanti virtuali - tutti, donne, uomini, di tutti i siti - sono pornostar formati ad hoc da sessuologi al fine da riuscire a cogliere e replicare anche le più sottili sfumature dell’erotismo.


Come fare sesso virtuale

Il sesso virtuale si fa lasciandosi travolgere dagli stimoli che la vista trasmette a tutto il corpo. D’altra parte, se il primo organo dell’orgasmo è il cervello, la virtual reality non è altro che uno spunto per lasciar correre le mani verso un autoerotismo mai sperimentato prima. Che, naturalmente, può avvalersi di sex toys tradizionali o, si accennava, creati ad hoc. Tipo quelli di Lovesense, giocattoli erotici integrati con il porno in virtual reality, in grado di riprodurre in diretta i movimenti degli attori che state guardando, trasformando l’esperienza virtuale in un vero e proprio amplesso. Complesso e da provare.


Leggi anche: Bambolo gonfiabile: sex toys di lusso o surrogati maschili?

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.