Amore senza sesso, amore felice?

Giulia Vola

Mentre le statistiche rivelano che si fa meno sesso rispetto al passato, le ricerche scientifiche si palleggiano i benefici e le ricadute sulla vita di coppia.  

Secondo uno studio canadese, le ricadute ormonali non hanno a che fare con il sesso ma con il contorno. © Antonio Guillem/123RF


È un dato di fatto: nel Terzo Millennio si fa meno sesso di prima. Succede ai ragazzi nati dopo il 1990 che, secondo una ricerca pubblicata su Archives of Sexual Behavior, hanno abitudini e appetiti più simili a quelli dei loro bisnonni. Succede agli adulti che, secondo un altro studio uscito su Archives of Sexual Behaviour, in un anno hanno 9 rapporti in meno rispetto a quelli che si concedevano alla fine del secolo. E succede alle coppie sposate: se in Giappone un matrimonio su due va in bianco, in Italia il 30% dei coniugi che sta insieme da più di 15 anni ha chiuso (o quasi) bottega.


Benefici del sesso

Dipinto il tiepido scenario in tanti, scienziati e non, hanno cercato interpretazioni e retroscena. Il risultato sono parecchie teorie che sbandierano i benefici del sesso e (quasi) altrettante che, invece, li ridimensionano. Soprattutto quando per benefici s’intende una migliore vita di coppia.

Lasciando da parte le ragioni personali - che, in sintesi, molti sessuologi attribuiscono a un cambio di ruoli e prospettive per i giovani e alla frenesia dei tempi moderni per gli adulti - gli effetti sono interessanti perché hanno ricadute sulla società. Dopo aver provato di tutto - che il sesso migliora la memoria, allunga la vita, fa dimagrire, riduce lo stress e migliora lo stipendio - l’ultima in ordine di tempo arriva dalla Oregon State University che in uno studio pubblicato su Journal of Management fare sesso migliora l’umore e rende più produttivi sul lavoro. Il che fa una bella differenza, e non solo per la coppia.


Vita di coppia: sesso o coccole?

Tuttavia, come hanno dimostrato all’università di Toronto nella ricerca pubblicata su Personality and Social Psychology Bulletin, il motore dei benefici (e soprattutto della ricaduta ormonale) non sarebbe il sesso di per sé ma il contorno: i preliminari prima, la condivisione delle fantasie erotiche durante, le coccole prima, durante e dopo. "Abbiamo dimostrato - ha spiegato Anik Debrot, dell'Università di Toronto - come un'importante ragione per cui il sesso sia associato con il benessere è perché promuove l'esperienza dell'affetto con il partner. Così, la qualità del legame con il partner è essenziale per capire i benefici del sesso." Tradotto: il sesso senza amore è un po’ come fare ginnastica.

Opinione che la scrittrice Olivia Fane nel suo ultimo libro Possibly a Love Story ha portato alle estreme conseguenze scatenando il dibattito nel Regno Unito. "L’amore e l’erotismo - spiega l’autrice - sono due questioni molto diverse. Perciò, se volete un buon matrimonio dimenticate l'isteria del sesso. Semplicemente prendetevi cura del vostro partner, comunicate con lui, assicuratevi che stia bene e dategli ogni giorno un caldo abbraccio”.

Se i sessuologi storcono il naso e obiettano che il primo organo della sessualità è il cervello quindi erotismo e amore sono interdipendenti, le percentuali dimostrano che l’amore senza sesso non è solo una deriva ma spesso una scelta consapevole. Vedi i Purex, uno dei tanti movimenti che promuove la verginità prematrimoniale, una vera e propria “contro-cultura nel modo di vivere le relazioni e la sessualità”.

Sia come sia, ci sono altri numeri, quelli dei Tribunali, dove pare che l’80% dei tradimenti che portano al divorzio siano scatenati dalla mancanza di sesso. Insomma, come direbbe Woody Allen, “L’amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande”.

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.