Calo del desiderio femminile: cause e rimedi di coppia 

Elena Bianchi

All'origine del calo del desiderio femminile ci sono, molto spesso, ragioni psicologiche da affrontare in coppia. Ecco le più frequenti e come superarle insieme. 

Conflitti, la routine, lo stress, disturbi fisici e anche la carenza di sonno: ecco le ragioni più frequenti alla base del calo del desiderio in una donna. © Katarzyna BiaÅ‚asiewicz/123RF

C’è l’amore ma non più la passione: il calo del desiderio femminile è subdolo, serpeggia nella vita di coppia e s’installa tra le lenzuola, allontanando i corpi ma (non per forza) gli animi. Il che, rende tutto più complicato: cedere alla vergogna, trasformarlo in un tabù e far finta che non sia nulla di grave è la prima e più pericolosa deriva, il lasciapassare per una crisi che, da risolvibile, può rivelarsi ingestibile. Ecco come riconoscerlo e affrontarlo insieme.

Le cause del calo del desiderio nelle donne

Succede per tanti motivi, spiegano gli esperti, ma il più frequente va ricercato nei conflitti irrisolti a causa di una scarsa intelligenza emotiva, empatia e confronto. Secondo il detto popolare per cui “l’amor senza baruffa fa la muffa”, nella vita a due è importante chiarire le questioni aperte, altrimenti, “alcuni litigi e dissensi sulla visione della vita oppure alcuni giudizi di svalorizzazione che la donna percepisce come critiche personali rivolte a se stessa, si traducono in una trasformazione del suo compagno in un'immagine mediocre se non addirittura deludente” spiega Roberto Pani, docente di Psicologia Clinica all'Università di Bologna e ripete da anni John Gottman, psicologo all’Università di Washington ed esperto terapista di coppia nel Seattle Marital and Family Institute, meglio noto come Love Lab.  

Il secondo alleato del calo del desiderio femminile è la routine. Più di un’indagine ha ormai dimostrato che le donne si concedono sesso gramo col marito e trasgressivo con l'amante: una stima del Newsweek ha calcolato che quasi una coppia ha meno di 10 rapporti l’anno; un'altra di Gleeden.com, il portale dedicato agli incontri extraconiugali, che secondo 8 adulteri su 10 quello con l'amante è molto più appagante. Risultato: mogli infedeli, mariti fedifraghi e tradimenti a tutto spiano. 

In terza posizione si piazzano le cause fisiche: dai disturbi sessuali - i più diffusi sono frigidità, anorgasmia e vaginismo - alle modificazioni estetiche del partner. A pari merito stanno lo stress, che con la libido non va certo a braccetto, e la carenza di sonno: una ricerca pubblicata su The Journal of Sexual Medicine ha dimostrato che un'ora in più trascorsa dormendo fa miracoli con il desiderio sessuale femminile

Rimedi: superare insieme il calo del desiderio femminile

La prima regola per superare il calo del desiderio femminile è riconoscerlo: solo confessandolo (anzitutto a se stesse, poi al partner) è possibile smontarlo. Che la ragione risieda nella conflittualità di una coppia, nella vita (troppo) abitudinaria, nello stress o nei chili di troppo, l’importante è dargli una forma.  

Soprattutto, sottolinea Pani "non intendere la sessualità come una prova di esame e quindi non vivere il rapporto sessuale come asimettrico (dove l'uno è esaminatore dell'altra). Si tratta soltanto di una comunicazione affettiva che si basa sul gioco. Nessuno è responsabile del piacere dell'altro, ma solo del proprio. Di conseguenza, anche l'altro ne ricaverà godimento, e sorgerà la complicità, se è stata compromessa".

Dalla teoria alla pratica, in una coppia scoppiettante va messo al bando il vittimismo e il sarcasmo, vanno limitate le critiche (diverse dalle lamentele) in modo da non trasformare i conflitti in delusione o, peggio, disprezzo per l’altro, ovvero nell’anticamera della separazione. Laddove, invece, il problema sta nell’ordinarietà, è importante ritagliarsi lo spazio e il tempo per concedersi qualche trasgressione e scoprire il piacere nel condividere giochi e fantasie erotiche.

A proposito di disturbi della sessualità, il discorso è serio e va affrontato di fronte a uno specialista, mentre, per quanto riguarda i segni del tempo (dalla pancetta in avanti) è fondamentale discuterne apertamente, magari cogliendo l’occasione per regalarsi qualche sorpresa romantica: dal corso di ballo alla gita (settimanale) in bicicletta. Una soluzione che vale anche per combattere lo stress, il nemico dei tempi moderni e la carenza di sonno, dal momento che lo studio sottolinea che non conta dormire tanto, piuttosto dormire bene, magari dopo aver fatto l’amore. 

Vedi anche

Annunci Google

Nessun commento per il momento.